Scherma, lo squalo Aldo Montano: “Dovevo ritirarmi in semifinale…”

oa-logo-correlati.png

PADOVA – “Dovevo ritirarmi“. No, non dall’agonismo. Dalle semifinali del Trofeo Luxardo 2016, disputato (e vinto) oggi a Padova. E’ un Aldo Montano raggiante, a fine gara, ma cos’ha sofferto in pedana lo sa solo lui. “Se vi dico tutti i problemi di Aldo, vi spaventate“, scherza il ct Giovanni Sirovich. Un problema alla spalla che va avanti da tempo. I crampi dai quarti di finale in poi. Anche una noia muscolare alla gamba. Ma quando sentono l’odore del sangue, gli squali azzannano sempre.

#Padova – COPPA DEL MONDO SCIABOLA MASCHILE #Luxardo16 +++OROOOOOOOOOOOOOOOOOOOO+++ALDO MONTANO BATTE IN FINALE L’…

Pubblicato da Federazione Italiana Scherma su Sabato 30 gennaio 2016

A 37 anni, Aldo Montano trionfa per la prima volta in carriera in quella manifestazione che neanche suo padre riuscì mai a portare a casa. “Non pensavo più di farcela – continua il livornese – ma così vale doppio. E’ stata durissima, ma che soddisfazione: anche la qualificazione a Rio 2016“. Sì, aritmetica prima della finale, un dominio netto sull’ungherese Aaron Szilagyi – altro olimpionico di sciabola – per altro già battuto sempre per l’oro al Grand Prix di Boston a metà dicembre.

Padova torna tricolore: nel 2013 vinse Diego Occhiuzzi, nel 2009 Luigi Tarantino, per il bis dopo il primo hurrà datato 1999. I bambini – tantissimi, oggi alla Kioene Arena – circondano il fuoriclasse della scherma italiana. La festa è grande a Padova e, archiviato il primo step del 2016, Aldo Montano può tirare il fiato: “Adesso ci sarà un momento più tranquillo per preparare le Olimpiadi, che sono sempre una gara a parte. Ho capito che le vince il più sereno“. “Martedì andremo dal medico – gli fa eco Sirovich, che sprona invece Luca Curatoli e Diego Occhiuzzi a far meglio per non perdere il secondo pass -. La doppia qualificazione è un imperativo categorico. Devono svegliarsi“.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

francesco.caligaris@oasport.it

Twitter: @FCaligaris

Lascia un commento

Top