Pallanuoto femminile, Europei 2016: Setterosa show, Croazia battuta 31-2

Schermata-2015-08-07-alle-21.19.57.png

Dominio della nazionale italiana di pallanuoto femminile nel terzo appuntamento dei Campionati Europei in corso di svolgimento alla Kombank Arena di Belgrado. Un match senza storia con la Croazia in costante difficoltà ad arginare le azzurre: punteggio finale di 31-2.

Quasi stucchevole soffermarsi sulla cronaca di una partita a senso unico che però ha dato alcune risposte al CT Fabio Conti. Difesa impenetrabile nella prima parte di gara, con Giulia Gorlero chiamata in causa solo 3 volte nell’arco del primo tempo e Croazia spesso costretta a buttare via il pallone senza trovare lo sbocco per tirare in porta. In fase offensiva il Setterosa ha sfruttato bene le controfughe chiudendo anche con un perfetto 8/8 in superiorità numerica.

Sei gol per Roberta Bianconi, che nel secondo tempo ha messo le marce alte andando in rete con una continuità e una facilità disarmante. Ottima prova per Rosaria Aiello, andata a segno i tutti i modi per 5 gol totali e una prestazione che fa ben sperare per il proseguimento del torneo in attesa di test più veritieri. Cinque gol a referto anche per Arianna Garibotti, sempre pericolosa.

In attesa della Spagna, che giocherà nel pomeriggio contro la Serbia, il Setterosa vola in testa al girone B con 9 punti e tre vittorie larghe all’attivo.

Il tabellino del match:

Italia-Croazia 31-2

Italia: Gorlero 0, Tabani 3, Garibotti 4, Queirolo 5, Radicchi 0, Aiello 5, Di Mario 3, Bianconi 6, Emmolo 1, Pomeri 1, Cotti 1, Frassinetti 2, Teani 0. All. Conti

Croazia: Ratkovic 0, Miljkovic 0, Zupanic 0, Balic 0, Lordan 1, Skelin 0, Brnas 0, Bukic 0, D. Butic 0, I. Butic 1, Bozan 0, Gegic 0, Srhoj 0. All. Savini

Arbitri: Kunikova (svk), Toygarli (tur)

Note

Parziali: 8-0 7-0 8-1 8-1 Ratkovic (C) para un rigore a Bianconi a 2’53 del primo tempo, sul 2-0. Teani e Srhoj subentrano ai portieri dall’inizio del terzo tempo. Uscite per limite di falli Bozan (C) a 5’36 del terzo tempo e Gegic (C) a 5’01 del quarto. Superiorità numeriche: Italia 10/11 + 2 rigori di cui uno trasformato, Croazia 0/2.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.santo@oasport.it

Twitter: Santo_Gianluca

Foto: Profilo Facebook Valerio Salvati

Lascia un commento

Top