F1: Mercedes cita in giudizio un suo ingegnere passato alla Ferrari. L’accusa è furto di dati

F1-Mercedes-Giancarlo-Cattagni1.jpg

La Mercedes ha citato in giudizio uno dei suoi ingegneri, Benjamin Hoyle prossimo al passaggio in Ferrari, reo di aver trafugato dati e documenti importanti per la Casa di Stoccarda, da quanto viene riportato da bloomberg.com questa mattina.

Secondo il rapporto stilato dai vertici di Mercedes AMG High Performance Powertrains, Holey avrebbe salvato tutti i parametri relativi al motore e i codici utili a decifrare la telemetria del GP d’Ungheria 2015. L’azienda tedesca sostiene, inoltre, che “le azioni di Hoyle sono state calcolate per distruggere o danneggiare seriamente il rapporto di fiducia. Il signor Hoyle  potenzialmente la Ferrari hanno guadagnato un vantaggio illecito“.

L’ingegnere è entrato a far parte del progetto performance powertrains nel 2012  e il 21 maggio dello scorso anno aveva manifestato l’intenzione di rassegnare le proprie dimissioni a fine 2015. In seguito a questa decisione, la Mercedes ha assegnato al tecnico mansioni che non erano direttamente connesse alla F1, venendo a conoscenza anche del suo futuro ferrarista.

Nonostante questo, Hoyle è stato trovato a consultare dei rapporti di gare e dei documenti confidenziali, stando appunto a quanto riferiscono le carte procedurali. Successivamente ha cancellato questi file allo scopo di eliminare ogni prova materiale. A questo punto le richieste di Stoccarda  sono la riconsegna dei file, il pagamento delle spese legali, ma soprattutto impedire il passaggio dell’ingegnere in Ferrari nel 2016.

L’azienda tedesca ha confermato ciò proprio a bloomberg, con una breve e-mail: “E’ in atto un’azione legate che coinvolge la Mercedes AMG High Performance Powertrains Ldt ed un impiegato. La compagnia sta muovendo i passi legali necessari a difendere la sua proprietà intellettuale“.

Una presa di posizione dura volta ad impedire il passaggio di Hoyle a Maranello temendo che in qualche modo la Rossa possa avere dei vantaggi senza però che ve ne siano prove concrete. Assisteremo ad una nuova Spy Story dopo quella del 2007 tra la stessa Ferrari e la Mclaren?

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giandomenico.tiseo@oasport.it

FOTOCATTAGNI

twitter: Giandomatrix

Lascia un commento

Top