Combinata nordica, tripletta norvegese a Ramsau: trionfa Moan, 13esimo Costa

Magnus-Moan-Chaux-Neuve-combinata-nordica-foto-da-pagina-fb-fis-nordic-combined-world-cup.jpg

Magnus Moan suona la sua venticinquesima sinfonia in Coppa del Mondo, conquistando la prima gundersen dal Normal Hill delle due previste a Ramsau. Il 32enne è uno dei protagonisti assoluti durante tutti i 10km dello sci di fondo, in cui fa segnare il miglior tempo partendo dalla ventesima posizione. Per la Norvegia la festa viene completata da Magnus Krog e dalla stella di Jarl Magnus Riiber, che a quasi due anni di distanza torna a fare tripletta.

Il vantaggio di Riiber, dominatore del salto questa mattina, comincia a calare fin dai primi chilometri sotto la spinta della coppia formata da Akito Watabe e Eric Frenzel, che come da pronostico provano a rimontare in collaborazione. Dietro, intanto, si forma il consueto gruppone tipico delle gundersen di Ramsau – che non presenta grandi difficoltà in tal senso -, in cui trova spazio anche un ottimo Samuel Costa e tirato in particolare da Riessle prima e da Moan prima. Il risultato è che Frenzel e Watabe, mentre raggiungono Riiber al comando, vengono riassorbiti a loro volta dal drappello di inseguitori. La volata di gruppo è inevitabile e a spuntarla è proprio uno dei protagonisti della rimonta, Magnus Moan, che brucia al photofinish i connazionali Magnus Krog e proprio il 18enne Jarl Magnus Riiber, a completare una straordinaria tripletta norvegese in terra d’Austria.

La baby promessa vichinga brucia per il podio il tedesco Tino Edelmann, quarto davanti ad uno dei delusi di giornata, Akito Watabe. Sesta piazza per Joergen Graabak, davanti ad un Eric Frenzel ancora lontano da quello ammirato nella scorsa stagione. Fabian Riessle è soltanto ottavo dietro al finlandese Iikka Herola, mentre a chiudere la Top 10 è Lukas Klapfer, il migliore di una squadra austriaca piuttosto deludente. Samuel Costa, dopo aver ceduto il passo dei migliori negli ultimi chilometri, strappa comunque una soddisfacente 13esima posizione, considerando anche la recente operazione al menisco. L’azzurro è nettamente il migliore in casa Italia, visto che Manuel Maierhofer chiude in 38esima posizione e Alessandro Pittin addirittura in 41esima.

Twitter: @panstweet

Foto: pagina FIS Nordic Combined

Lascia un commento

Top