Scherma, Coppa del Mondo: a Tallinn gli azzurri di spada si arrendono solo alla Francia

Paolo-Pizzo-scherma-foto-augusto-bizzi-federscherma1.jpg

L’avevano battuta ai quarti degli ultimi Mondiali, con un 44-42 già nella storia della scherma italiana e in grado di svoltare il cammino di qualificazione a Rio 2016 (adesso, poco più che una formalità), ma oggi gli azzurri della spada si sono inchinati di fronte alla Francia da anni padrona della specialità nella finale della seconda tappa di Coppa del Mondo a Tallinn (Estonia). Una vittoria, quella transalpina, che sarà senza dubbio dedicata alla memoria delle vittime degli attentati terroristici di Parigi di venerdì sera.

E’ stato Jean-Michel Lucenay a chiudere il match con un punto doppio nell’assalto contro Enrico Garozzo, ottimo terzo ieri nella gara individuale battendo proprio Lucenay ai quarti. 40-45 il punteggio conclusivo della sfida per l’oro, una sfida che ha visto l’Italia tenere botta a lungo prima di subire il definitivo break francese con Marco Fichera in difficoltà sulla pedana estone. Spettacolare la prestazione di Paolo Pizzo, a tratti impossibile da fermare e sui livelli dell’oro mondiale 2011 e dell’argento europeo 2014.

Gli azzurri erano giunti alla finalissima con i francesi battendo il Brasile per 45-24, il Venezuela per 28-22, l’Estonia per 45-32 e l’Ucraina per 10-8. Giappone, Ungheria e Svizzera le squadre sconfitte dalla Francia: gli elvetici si sono presi il gradino più basso del podio per 45-41 sull’Ucraina. Complice l’ottavo posto della Germania, il ranking olimpico si mette ora più che in discesa per l’Italia, che nelle due tappe di inizio 2016 a Heidenhiem e Vancouver dovrà semplicemente difendere l’enorme vantaggio in termini di punti per assicurarsi aritmeticamente la qualificazione a Rio 2016.

Ma dopo il quarto posto dei Mondiali, il terzo di Berna e il secondo di oggi, la speranza è quella di migliorarsi ancora.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

francesco.caligaris@oasport.it

Twitter: @FCaligaris

Foto da: Augusto Bizzi/Federscherma

Lascia un commento

Top