MotoGP, Lorenzo infierisce su Rossi: “E’ frustrato. Non è veloce e non avrà altre occasioni per vincere il Mondiale”

Lorenzo-2-FOTOCATTAGNI.jpg

Jorge Lorenzo, ai microfoni di Marca, infierisce in modo poco elegante su Valentino Rossi: “È evidente che ci siano piloti più giovani che sono più veloci di lui, e le statistiche lo dimostrano. Deve essere un po’ frustrante non avere questa velocità che gli avrebbe permesso di vincere più gare e arrivare a Valencia con maggiore vantaggio e non perdere forse la sua ultima possibilità di essere campione. Non so cosa accadrà in futuro, ma probabilmente è stata la sua ultima opportunità di essere campione del mondo“.

Il neo-campione del mondo ha commentato stizzito i fischi ricevuti sul podio, in parte anche dai suoi stessi tifosi: “Se il mio pubblico fischiasse un altro pilota, sarei molto deluso. Però è quello che è successo, quello che abbiamo sentito. Evidentemente i fans erano divisi e Valentino ha molti seguaci, molti più che i tre piloti sul podio messi insieme. A tutti quelli che amano il motociclismo non piace questa mancanza di rispetto che c’è stata“.

Poi, analizzando le polemiche sorte dopo Sepang, il 28enne maiorchino rincara la dose sul Dottore: “Tutta questa polemica e commenti non sarebbero successi se Valentino avesse avuto la velocità di Marc, o la mia, e avesse vinto più gare. Con un po’ più di velocità e con la sua regolarità, e senza ciò che è accaduto a Sepang, poteva arrivare a Valencia con un chiaro vantaggio e vincere il Campionato tranquillamente. Non è stato così e lui sa che si è lasciato scappare quest’anno l’opportunità di vincere il suo decimo mondiale e questo non è facile da accettare“.

Infine Lorenzo chiude con una risposta evidentemente diplomatica parlando del rapporto futuro con il 36enne di Tavullia: “Lo ho sempre detto, anche prima di Sepang, che la relazione con Valentino sarebbe diventata più tesa per ciò che ci stavamo giocando, però è normale, siamo due piloti molto ambiziosi e competitivi e desideriamo vincere. Lottiamo per il campionato con la stessa squadra, ma con gente diversa e tra noi c’è rivalità. Alla fine, per le dichiarazioni che sono state rilasciate alla stampa su quelli che sono i nostri rapporti, è stato tutto ingigantito un po’. Perciò sono sicuro che il prossimo anno le cose miglioreranno e il rispetto ci sarà da ambo le parti“.

Insomma, Lorenzo sarà campione del mondo per la quinta volta, ma certamente non potrà fregiarsi del titolo di gentleman.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

FOTOCATTAGNI

Lascia un commento

Top