Ginnastica, Memorial Gander – Italia, dai Mondiali alla Svizzera: subito gara per Mariani e Pozzo

IMG_9710.jpg

Appena terminati i Mondiali a Glasgow, il circuito della ginnastica artistica riprende subito il suo corso e si trasferisce a Morges (Svizzera) dove domani sera (ore 19.30) si disputerà il tradizionale Memorial Gander, ormai consueto trofeo intitolato alla memoria del compianto Presidente della Federazione Internazionale.

Dal Canton Ticino (a Chiasso si disputano le edizioni degli anni pari, lo scorso anno fu la gara del rientro di Carlotta Ferlito), al Canton Vaud (riservato alle stagioni dispari) la competizione ci riserverà sicuramente spettacolo e nomi di spicco tra cui quelli di due italiani: Enus Mariani ed Enrico Pozzo.

 

La brianzola, di rientro dalla rassegna iridata dove ha disputato la Finale a Squadre, sfiderà sulla pedana elvetica ginnaste del calibro delle rumene Larisa Iordache (bronzo iridato all-around) e Diana Bulimar, della tedesca Pauline Schaefer (bronzo domenica pomeriggio alla trave), della messicana Alexa Moreno (finalista iridata al volteggio), della canadese Viktoria Kayen-Woo e della giapponese Yuki Uchiyama (entrambe finaliste con le rispettive Nazionali all’SSE Hydro), della britannica Raer Theaker, della russa Anastasia Dmitrieva, dell’ucraina Angelina Kysla e della francese Camille Bahl mentre Giulia Steingruber è stata costretta a dare forfait per l’infortunio patito durante la finale al volteggio di sabato pomeriggio. Un’altra esperienza importante per la 17enne che sta tornando a pieno regime nel circuito che conta e che avrà un’occasione di rilievo per un ulteriore confronto internazionale.

 

L’Aviere biellese, invece, escluso dai Mondiali, avrà un’opportunità di riscatto. Uno degli infiniti veterani della nostra Nazionale cercherà di competere in un contesto ben competitivo dove spiccano la grande stella Oleg Verniaiev, i padroni di casa Hegi e Baumann, il tedesco Bretschneider, il giapponese Kaya, tutta gente che ha ben figurato agli ultimi Mondiali.

Ricordiamo il regolamento particolare della competizione: durante la fase preliminare i ginnasti devono scegliere due attrezzi su cui esibirsi (tre per gli uomini). I punteggi acquisiti vengono sommati e i migliori sei atleti si qualificano alle Finale dove dovranno scegliere l’attrezzo su cui esibirsi per l’ultima prova.

 

Lascia un commento

Top