Volley, Europei 2015 femminili – Italia, ora serve l’impresa: la Russia tra noi e le medaglie

Diouf-Lucia-Bosetti-Europei-volley.jpg

Rotterdam (Paesi Bassi) – Giovedì 1° ottobre, ore 17.00. Sono data e luogo dell’ora della verità. L’Italia affronterà la Russia nei quarti di finale degli Europei 2015 di volley femminile (diretta tv su RaiSport1).

La sfida impossibile, quella che doveva consumarsi solo in Finale e che invece le azzurre si sono “guadagnate” perdendo tre giorni fa contro l’Olanda nell’ultima partita del girone eliminatorio.

 

Si affrontano due colossi che sulla carta erano favoriti per il titolo insieme alla Serbia ma la nostra Nazionale non sembra essere al top della forma: partita tentennante, sconfitta dalle padrone di casa, set persi contro Polonia e Slovenia poi ieri una piccola reazione contro la Croazia nei playoff.

Proprio la battaglia di ieri contro le ragazze biancorosse potrebbe farsi sentire sulle gambe delle azzurre, chiamate a un’autentica impresa per proseguire nel torneo e regalarsi la semifinale contro la Serbia (le ragazze di Terzic non dovrebbero avere grossi problemi contro il Belgio).

 

Inutile girarci intorno: l’Italia deve realizzare un’autentica impresa se vuole lottare per le medaglie e soprattutto se vuole dare una dimostrazione della propria forza, sembrata completamente svanita in avvio di questa rassegna continentale.

La Russia è Campionessa d’Europa in carica e meno di un mese fa ha lottato fino all’ultimo per conquistare un pass olimpico attraverso la Coppa del Mondo (decisiva la sconfitta finale contro la Cina dopo aver battuto gli USA Campioni del Mondo). Sono trascinati da delle schiacciatrici fenomenali del calibro di Obmochaeva e Kosheleva ma attenzione anche al muro di Karyazhko che se entra in serie può davvero fermare chiunque.

Durante questa stagione le russe ci hanno sconfitto per due volte durante il Grand Prix (sia a Catania nelle fasi eliminatorie che alle Final Six) anche se Bonitta non aveva schierato la formazione tipo. La nostra ultima vittoria risale ai Mondiali 2014 quando, battendole nell’ultimo match della terza fase, eliminammo le allora bi-Campionesse del Mondo.

 

Cosa deve fare l’Italia per uscire con le braccia alzate al cielo? Giocare il suo volley, non entrare in campo intimorita, non farsi distrarre e soprattutto essere convinta dei propri mezzi. Le azzurre dovranno essere al 100%, presenti in tutti i fondamentali, solide in ricezione se vorranno giocare alla pari e sfruttare al meglio un attacco che può fare male alle nostre avversarie. Sarà molto arduo passare il loro muro proprio quanto sarà difficile usare il nostro muro su di loro: toccando molti palloni, però, potrebbe utilizzare al meglio la difesa e aumentare le nostre possibilità.

Valentina Diouf dovrà essere nuovamente al top come ieri, si chiede uno sforzo ricettivo da parte delle bande (le sorelle Bosetti? Antonella Del Core è troppo fuori forma), aggrappati ai miracoli di De Gennaro, alla speranza che Lo Bianco riesca a smistare ordinatamente del gioco, facendo affidamento su Guiggi/Chirichella al centro.

 

(foto CEV)

 

Lascia un commento

Top