Nuoto: Europei in vasca corta a rischio spostamento? L’Ungheria si candida, Israele risponde

945014_10151732768561322_1881353512_n.jpg

A meno di due mesi dall’inizio degli Europei 2015 di nuoto in vasca corta, previsti tra il 2 e il 6 dicembre nella città di Netanya, l’Ungheria ha proposto alla Len un clamoroso spostamento di sede. Il motivo? L’infinito conflitto tra israeliani e palestinesi che rischia di mettere a rischio l’incolumità degli atleti, oltre che il regolare sviluppo della manifestazione in termini di sicurezza collettiva.

Secondo quanto scrive Swimvortex, la Federazione magiara capeggiata da Tamas Gyarfas si sarebbe infatti candidata ufficialmente alla Len per ospitare la rassegna continentale del prossimo dicembre. Ma la risposta di Israele è stata netta: “Non potete rubarci il nostro evento. L’Ungheria vuole portarci via la nostra opportunità“.

Channel 10 News riporta dunque la rabbia della Federazione israeliana, che da molti mesi sta preparando gli Europei – i primi nella storia del paese – con un budget di oltre due milioni di euro. Non ci sono ancora comunicati ufficiali a riguardo, ma sempre secondo la stampa americana il presidente della Len Paolo Barelli avrebbe assicurato il regolare svolgimento della manifestazione a Netanya.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter
Clicca qui e metti mi piace per restare sempre aggiornato sul mondo del nuoto italiano

francesco.caligaris@oasport.it

Twitter: @FCaligaris

Lascia un commento

Top