Boxe, Mondiali 2015: Domenico Valentino si arrende nettamente a Dorjnyambuu

boxe-valentino.jpg

Si ferma agli ottavi di finale l’avventura di Domenico Valentino ai Mondiali di boxe. A Doha (Qatar) il peso leggero azzurro è stato superato nettamente ai punti con verdetto unanime dal mongolo Otgondalai Dorjnyambuu.

Un match oggettivamente dominato dal campione d’Asia in carica. Dopo un buon avvio nel primo round con il jab sinistro, il 31enne campano ha costantemente subito l’iniziativa dell’avversario, apparso più veloce e dinamico. Dorjnyambuu ha lavorato al corpo il pugile tricolore, prima di andare a segno con delle precise combinazioni, oltre ad un durissimo gancio destro.

Più equilibrata la seconda ripresa, dove Valentino ha provato a prendere maggiormente l’iniziativa, piazzando un paio di ganci destri. Alla distanza, tuttavia, il mongolo ha preso il sopravvento, mettendo la contesa sul corpo a corpo e penetrando nella guardia dell’italiano con eccessiva facilità. Decisivi, infine, due ganci destri molto potenti piazzati dall’asiatico proprio nei secondi finali.

Con il match ormai compromesso, il campione del mondo di Milano 2009 ha provato il tutto per tutto nel terzo e conclusivo round, andando tuttavia quasi sempre a vuoto e venendo puntualmente punito dal gancio destro del rivale.

Un successo nitido, dunque, per Dorjnyambuu, come emerge anche dai cartellini dei giudici: 29-28, 30-27, 30-27.

Per Valentino, dunque, si interrompe la striscia record di cinque Mondiali consecutivi sul podio (dal 2005 al 2013 ha conquistato un oro, un argento e tre bronzi). Si chiude una stagione negativa per il pugile di Marcianise, che nel 2016 dovrà guadagnarsi il pass per Rio 2016 o attraverso il ripescaggio della APB o tramite i due preolimpici AOB.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

federico.militello@oasport.it

Lascia un commento

Top