Vuelta a España 2015, DIRETTA LIVE: iniziato l’Alto Elmita de Alba! Aru resiste, ma Rodriguez prende la roja!

Vuelta-generica-Pagina-FB-Vuelta.jpg

Buongiorno e benvenuti alla Diretta Live della sedicesima tappa della Vuelta a España 2015. E’ la frazione cruciale. Dopo aver affrontato ben sei salite, i corridori affronteranno il terribile Alto Elmita de Alba, quasi 7 km all’11,2% di pendenza media, con punte del 30% negli ultimi 600 metri! E’ l’ultimo arrivo in salita di questa Vuelta, poi ci sarà la cronometro di Burgos mercoledì e l’ultima tappa di montagna (non durissima) di sabato. Per questo la lotta per la maglia roja si decide oggi. Sulla carta l’uomo da battere è diventato lo spagnolo Joaquim Rodriguez. Fabio Aru dovrà difendersi su una salita troppo impervia per le sue caratteristiche, lui che ama pendenze più dolci. Attenzione anche all’olandese Tom Dumoulin: se dovesse passare indenne anche la giornata odierna, diventerebbe l’uomo da battere per la vittoria finale. Non perdetevi una frazione che si annuncia esaltante con la nostra Diretta Live. Buon divertimento!

La tappa di oggi Rodriguez e Dumoulin, gli spauracchi di AruLa classifica generale

Clicca F5 per aggiornare la pagina

18.31: grazie per aver seguito con noi questa lunga diretta live. Appuntamento alla cronometro di mercoledì.

18.29: nel complesso Aru si è difeso molto bene su un arrivo non adatto alle sue caratteristica. Ora è secondo nella generale a 1 secondo da Rodriguez. Tutto si deciderà nella cronometro. Attenzione poi a Dumoulin, che avrà meno di 2 minuti da recuperare nella prova contro il tempo….

18.27: grandissimo Aru! Cede solo 3 secondi e perde la maglia per 2″. Si giocherà la Vuelta a cronometro. Dumoulin ha perso solo 24″! L’olandese fa paura in vista di Burgos…

18.26: reagisce Aru! Il sardo si lancia all’inseguimento di Rodriguez, che però è scatenato. Ora è un muro!!!

18.26: Rodriguez stacca tutti, Aru non ne ha è si stacca. Landa prova ad aiutarlo…

18.25: ora Dumoulin si stacca per davvero. Attacca Rodriguez!

18.24: 1 km all’arrivo.

18.23: rientra Dumoulin, gruppetto sempre tirato da Landa, che pare stia salendo al 50% per non staccare il capitano…

18.22: Dumoulin fatica e inizia a staccarsi. L’olandese stringe i denti.

18.20: si stacca anche Domenico Pozzovivo.

18.19: 2,3 km all’arrivo per i favoriti. Nieve prova ad accelerare. Rodriguez sembra in rampa di lancio, pronto alla stoccata…

18.18: Valverde si stacca dal gruppo Aru, sempre tirato da Landa.

18.18: Frank Schleck si aggiudica la vittoria di tappa! Ora seguiamo la lotta per la classifica generale…

18.17: per ora non attacca nessuno e forse per Aru è un bene….

18.16: 3 km all’arrivo per il gruppo, 700 per Schleck.

18.14: Landa tira, dietro di lui tiene alla grandissima Dumoulin. Aru nella coda del gruppo e continua a bere. Inspiegabile la tattica Astana per ora…..

18.13: Schleck strepitoso, si avvia verso la vittoria. E’ all’ultimo chilometro, quello più duro…Non finisce mai….

18.12: Brambilla si stacca dal gruppo Aru, ora tirato da Landa…Ma come sta davvero il sardo?

18.10: pazzesco come sta andando Dumoulin! E’ in terza posizione nel gruppo maglia roja, sempre tirato ad andatura regolare da Diego Rosa.

18.09: 2,1 km al traguardo per Schleck, gruppo a 4,8.

18.08: Aru nelle ultime posizioni del gruppo…

18.06: Schleck stacca Torres! E’ solo al comando. Dietro Aru continua a bere….

18.05: Schleck e Torres a 3 km dall’arrivo, inizia il tratto più duro! Dietro gruppo tirato dalla Tinkoff-Saxo di Majka.

18.04: Aru perde posizioni e si porta alle spalle di Quintana. Sta prendendo degli zuccheri, non un buon segno.

18.02: iniziato l’Alto Elmita de Alba anche per il gruppo!

18.01: sta per iniziare la salita finale anche per il gruppo maglia roja, sempre tirato dall’Astana. Aru ha solo due compagni di squadra, Rosa e Landa.

17.56: Torres prova ad allungare, ma Schleck tiene la ruota.

17.54: Schleck e Torres procedono appaiati. Il gruppo non ha ancora iniziato l’ascesa conclusiva.

17.51: i due al comando conservano 10’55” sul gruppo Aru. Ed inizia la salita finale! E’ subito dura, intorno al 10%…..

17.49: per Schleck e Torres è finita la discesa, a 20″ troviamo Verona, Bennett e Fraile. A breve inizierà l’Inferno……

17.40: Schleck e Torres transitano al GPM dell’Alto de la Cobertoria. 10’36” il gap sul gruppo maglia roja. Ora discesa, poi finalmente il terribile Alto Elmita de Alba, 7 km all’11,2%, con punte del 30 negli ultimi 600 metri!!! Si decide la Vuelta….

17.39: una quindicina gli uomini rimasti nel gruppo Aru, dal quale prova a sganciarsi Nieve.

17.36: davanti restano solo Schleck e Torres. Dietro Zeits (Astana) sta selezionando il gruppo Aru.

17.31: restano in 4 davanti. Schleck, Torres, Verona e Bennett. E’ sempre il lussemburghese a dettare il ritmo.

17.29: Aru ha dato ordine ai compagni di mantenere un ritmo regolare.

17.25: 23 km all’arrivo, Frank Schleck, Rodolfo Torres, Carlos Verona, George Bennett e  Lawrence Warbasse sono i cinque uomini al comando con 11 minuti sul gruppo maglia roja.

17.21: si stacca anche Moreno Moser. Gruppo maglia roja tirato dall’Astana.

17.18: Tsgabu Grmay (Lampre-Merida), Cyril Lemoine (Cofidis) e Pierre Rolland (Europcar) perdono terreno dal gruppo dei fuggitivi tirato da Frank Schleck.

17.17: per i fuggitivi è iniziato l’Alto de la Cobertoria. Gruppo maglia roja a 11’20”.

17.13: brutta caduta per il colombiano Leonardo Duque in discesa.

17.08: tra i fuggitivi, problema per  Lawrence Warbasse nella discesa del Cordal.

17.02: terminato l’Alto del Cordal per Pierre Rolland (Europcar), Rodolfo Torres (Team Colombia), Carlos Verona, (Etixx-Quick Step) Frank Schleck (Trek), Omar Fraile (Caja Rural-Seguros RGA), George Bennett (LottoNL-Jumbo), Cyril Lemoine (Cofidis), Lawrence Warbasse (IAM Cycling), Moreno Moser (Cannondale-Garmin) e Tsgabu Grmay (Lampre-Merida). Ora discesa, prima dell’Alto de la Cobertoria, GPM di prima categoria. 9 km molto duri. Dal secondo al sesto, la pendenza non scende mai sotto il 10%.

16.59: vola la Tinkoff, si riduce a 14’10” il divario dai fuggitivi.

16.55: attenzione, la Tinkoff sta tirando molto forte. Il vantaggio dei fuggitivi è già sceso a 15’22”!

16.52: gruppo maglia roja tirato dalla Tinkoff-Saxo di Majka. Il polacco, terzo della generale, vuole provarci?

16.50: è sceso a 17’30” il gap dei fuggitivi, tutto sotto controllo.

16.45: sempre la Katusha davanti al gruppo maglia roja, ma senza forzare.

16.42: la tappa odierna rischia di terminare ben oltre le 18.00…..

16.37: siamo sull’Alto del Cordal.

16.35: Pierre Rolland (Europcar), Rodolfo Torres (Team Colombia), Carlos Verona, (Etixx-Quick Step) Frank Schleck (Trek), Omar Fraile (Caja Rural-Seguros RGA), George Bennett (LottoNL-Jumbo), Cyril Lemoine (Cofidis), Lawrence Warbasse (IAM Cycling), Moreno Moser (Cannondale-Garmin) e Tsgabu Grmay (Lampre-Merida) i 10 uomini al comando. Si giocheranno la tappa, avendo 18’41” di margine sul gruppo Aru.

16.31: 45 km all’arrivo, 18’25” il vantaggio dei 10 in fuga. 33,8 km/h la media della quarta ora di corsa.

16.25: ci stiamo avvicinando al terzultimo GPM di giornata, l’Alto del Cordal, seconda categoria. Fuga che conserva un margine di 18’50”.

16.22: 55 km all’arrivo.

16.13: sempre Fraile a transitare in testa sul GPM. Ora discesa per i fuggitivi e una decina di chilometri di pianura prima delle montagne russe finali. Gruppo a 19′.

15.59: i fuggitivi sono sulla salita. Dopo questa, ce ne saranno altre tre. Di fatto, la tappa inizia adesso.

15.40: situazione che non cambia. I fuggitivi si avvicinano all’Alto de Tenebredo, GPM di seconda categoria.

15.22: scende sotto i 20′ il vantaggio dei 10 fuggitivi. Fase di transizione della corsa.

15.09: Fraile passa al primo posto sul GPM di Alto de Cabruñana, terza categoria. Gruppo ad oltre 20′

14.54: la Katusha per ora non diminuisce il margine. Ancora 22′ per gli attaccanti.

14.38: 20’50” il margine dei fuggitivi sul gruppo maglia roja, dove ora ha preso la testa la Katusha di Rodriguez.

14.25: 18’10” il vantaggio dei fuggitivi! Nessuno prende l’iniziativa nel gruppo maglia roja. E’ evidente che a Fabio Aru va più che bene che siano altri a giocarsi la vittoria di tappa, per togliere abbuoni a Rodriguez. Il meglio piazzato tra gli uomini in fuga è il lussemburghese Frank Schleck, distante comunque 40 minuti….

13.23: il ritardo del gruppo supera i 10′.

13.07: superato il primo GPM di giornata per la fuga, il gruppo procede a passo lentissimo, è distante già 7′.

12.59: si fermano i fuggitivi e rientrano i contrattaccanti. Sono in dieci al comando ora. Gruppo ad oltre 5′.

12.53: sempre davanti i cinque sottocitati, provano ad andare al contrattacco in molti. Il primo è Moreno Moser, che sta mettendo in strada una grande azione e si sta avvicinando alla vetta. Si muovono anche Lawrence Warbasse (IAM Cycling), Cyril Lemoine (Cofidis), Tsgabu Grmay (Lampre – Merida) e George Bennett (LottoNL – Jumbo). Il gruppo sempre a 3′.

12.30: partita questa durissima tappa, va via sul primo GPM di giornata la fuga che sembra essere già quella giusta. All’attacco  Omar Fraile (Caja Rural – RGA), Carlos Verona (Etixx – QuickStep), Pierre Rolland (Europcar), Rodolfo Torres (Colombia) e Frank Schleck (Trek), già superiore ai 2′ il vantaggio.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: pagina FB Vuelta

Lascia un commento

Top