Mondiali Richmond 2015: Adriano Malori, il giorno della verità

Adriano-Malori-Ciclismo-Italia-flickr-CC-BY-SA-2.0.jpg

Domani è il grande giorno per Adriano Malori. A 27 anni, sembra ormai maturo per portare un serio attacco alla zona medaglie nella prova a cronometro dei Campionati del mondo di ciclismo. Sul veloce percorso di Richmond, in Virginia, l’azzurro è chiamato a dimostrare di non essere più una semplice promessa.

Nel corso degli anni il passista di Traversetolo ha sempre migliorato la sua posizione finale nella prova iridata. Dal decimo posto del 2012, lo scorso anno ha chiuso in quinta posizione. Migliorarsi quest’anno sarà forse più difficile, ma sicuramente non impossibile per un atleta che può valere i primi 5 al mondo. Da Tony Martin a Rohan Dennis passando per Tom Dumoulin la concorrenza è agguerrita, senza dimenticare quel Taylor Phinney tornato alle corse negli ultimi due mesi con un’ottima gamba.

Ad un anno dalle Olimpiadi, per Malori sarebbe importantissimo chiudere a ridosso del podio per dimostrare a se stesso prima che ad un intero ambiente che l’Italia ha trovato un cronoman in grado di correre per conquistare una medaglia a Cinque Cerchi oltre che in grado di giocarsi ogni volta le prime posizioni a prescindere dalla concorrenza. Fino ad ora si è espresso su questi livelli solo in maniera sporadica alternando piccole controprestazioni a cronometro superbe in cui è stato in grado di battere anche Tony Martin.

Escludendo la cronosquadre dei Mondiali, Malori non corre da fine agosto, quando vinse una crono di 23 chilometri al Tour du Poitou Charentes mettendosi alle spalle proprio Martin. Da quel momento, si è concentrato su allenamenti individuali specifici proprio in vista della prova iridata. Da Traversetolo a Richmond. Più che il risultato finale, per Malori sarà importante valutare il valore della prova in sé per capire fino a dove può ambire nei prossimi anni, i migliori della sua carriera.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.santo@oasport.it

Twitter: Santo_Gianluca

Foto: Flickr Ciclismo Italia

Lascia un commento

Top