Vuelta a España 2015: fuga vincente per Lindeman. Aru guadagna, Froome si stacca

Schermata-2014-10-30-alle-00.17.00.png

Primo vero arrivo in salita alla Vuelta a España 2015 dopo una settimana di corsa. Nella settima tappa, partita da Jodàr e arrivata in vetta a La Alpujarra dopo 191 chilometri a trionfare è Bert Lindeman, corridore olandese della LottoNL Jumbo, abile a sfruttare una fuga da lontano. Ottima impressione ha destato Fabio Aru, che ha staccato, seppur di pochi secondi, i suoi rivali. Sempre in Maglia Rossa Esteban Chaves (Orica GreenEdge).

Diversa oggi la prima parte di gara rispetto agli altri giorni. E’ partita al solito una fuga, di sei uomini, con Amets Txurruka (Caja-Rural), Carlos Julian Quintero (Colombia), Ilia Koshevoy (Lampre-Merida), Jerome Cousin (Europcar), Bert-Jan Lindeman (LottoNL-Jumbo), ma il gruppo si è disinteressato degli attaccanti, lasciandoli più di 10 minuti di vantaggio. A meno di 100 chilometri dal traguardo si è messa davanti l’Astana, poi coadiuvata da Movistar e Katusha, che hanno dato una scossa al gruppo, facendo scendere drasticamente il vantaggio.

Approcciata l’ascesa finale sono state sempre Movistar e Astana a scandire un ritmo costante in gruppo, mentre i fuggitivi hanno iniziato a darsi battaglia, con Koshevoy che ha provato più volte ad andar via da solo, ma l’olandese Lindeman è riuscito, salendo del suo passo, a raggiungerlo. Il primo dei big a patire l’alto ritmo è stato Christopher Froome (Team Sky). Lo scatto più deciso in testa al gruppo è stato quello di Fabio Aru (Astana) che ha staccato tutti i suoi rivali. Lindeman ha battuto allo sprint il giovane rivale bielorusso, mentre al terzo posto si è piazzato il nostro Aru che ha guadagnato secondi su Valverde e Chaves, oltre all’abbuono. 35” di ritardo per Froome.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.bruno@oasport.it

Foto: Gianluca Santo

 

Lascia un commento

Top