Nuoto: la Fina vieta a Lochte la nuova virata sul dorso nei misti

Ryan-Lochte-nuoto-foto-pagina-fb-swimmeeting-bolzano.jpg

Ryan Lochte non potrà più sfruttare la sua “nuova” virata sul dorso con spinta a delfino, tecnica introdotta tra lo stupore generale agli ultimi Mondiali di Kazan e subito vincente, visto il quarto oro di fila conquistato nei 200 misti. Il successo è anche valso al fuoriclasse statunitense la sesta medaglia iridata consecutiva nella stessa specialità, impresa riuscita soltanto anche a Federica Pellegrini nei 200 misti.

E’ la Fina – come riporta SwimSwam – a mettere al bando la subacquea a dorso dell’americano, ben più abile e più veloce con questa brillante idea che – va detto – gli costa un notevole dispendio di energie rispetto ai rivali. L’irregolarità del movimento, tuttavia, è limitato solo alle gare miste: Lochte verrà squalificato se pescato nuovamente “a pancia in su” nell’ultimo cambio, quello tra la frazione a rana e lo stile libero.

Nessuna restrizione, invece, per quanto riguarda il crawl. Il regolamento tecnico non vieta infatti questa mossa, che lo statunitense continuerà con tutta probabilità a eseguire per cercare di ottenere più spinta possibile. Nel seguente video il dettaglio della virata, da ora in poi irregolare.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter
Clicca qui e metti mi piace per restare sempre aggiornato sul mondo del nuoto italiano

 

francesco.caligaris@oasport.it

Twitter: @FCaligaris

Foto da: pagina Facebook Swimmeeting Alto Adige

Tag

Lascia un commento

Top