Atletica, Mondiali 2015: nuove ombre sul Kenia. Doping per Zakary e Koki

doping-e1364044722857.jpg

E’ la nazione che sta monopolizzando i Mondiali di atletica 2015 a Pechino con 4 ori e 9 podi complessivi. Non vince più solo nel mezzofondo, ma anche in discipline tecniche come i 400 hs, in attesa di un altro possibile alloro nel lancio del giavellotto odierno. Eppure sul Kenia continua ad aleggiare una fastidiosa e pressante ombra doping.

Gli ultimi due casi riguardano Joyce Zakary (400 metri) e Francisca Koki (400 hs). Entrambe sono state sottoposte ad un controllo anti-doping dopo le batterie della rassegna iridata, risultato non negativo. Pare che le africane abbiano utilizzato una sostanza mascherante del doping vero e proprio.

Per ora la Federazione keniana non commenta, ma dal 2012 ad oggi sono più di 30 gli atleti finiti nella rete dell’anti-doping ed il numero potrebbe risultare ben più alto.

Insomma, i tanti successi ottenuti in pista rischiano di essere cancellati in laboratorio, con conseguente perdita di credibilità non solo per la nazione dominante, ma anche per l’atletica tout court.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

federico.militello@oasport.it

Lascia un commento

Top