Tuffi, Assoluti Bergamo 2015: Chiarabini da urlo, ma a Kazan va Rinaldi. Cagnotto ok nei sinco

1899178_10203203247432418_1939606290_n.jpg

Sull’Italcementi di Bergamo si alza il sipario per la prima giornata dei Campionati Italiani Assoluti estivi Open di tuffi. Il day one dell’ultima tappa di selezione per i Mondiali di Kazan 2015 emana i primi verdetti ufficiali: Michele Benedetti e Tommaso Rinaldi saranno al via della gara da 3 metri, Noemi Batki si conferma unica piattaformista seppur senza brillare e Tania Cagnotto – accolta da un grande pubblico – sarà il volto principale dei sincro partecipando sia nel femminile con Francesca Dallapè (sono sette volte campionesse d’Europa e argento iridato in carica) che nel nuovo misto sempre da 3 metri con Maicol Verzotto.

Le gare: in apertura Tania Cagnotto e Maicol Verzotto fanno le prove generali per il sincro misto dei Mondiali. Buoni gli obbligatori (101.40), meno il primo libero, l’avvitamento avanti. Poi la chiusura è positiva e i due azzurri, bronzo alle World Series a Kazan, sfiorano i 300 punti: 296.70 il finale. Seguono i 3 metri maschili individuali con la volata per i pass iridati. Michele Benedetti, saldamente in testa alla classifica grazie alla regolarità di Coppa Rio e degli Assoluti invernali, è medaglia d’argento con 419.30 punti. Con lui in Russia ci sarà Tommaso Rinaldi, terzo oggi (410.10) e bravo a difendersi dall’attacco di uno scatenato Andrea Chiarabini, che in uno stato di forma super vola a 449.90 e sfiora per pochissimi punti la qualificazione. Il romano sfodera un quadruplo e mezzo avanti da 77.40 e un triplo e mezzo rovesciato da 84 e, pur mancando i Mondiali, si porta in testa nella corsa alla Coppa del Mondo del prossimo febbraio. Giovanni Tocci, altro grande protagonista di una gara splendida per livello medio e competitività, sbaglia il triplo e mezzo rovesciato ed è quarto (406.30).

Nella piattaforma femminile Noemi Batki, senza rivali all’altezza, si peggiora rispetto all’eliminatoria (279.10) ed è seconda nella classifica Open dietro alla tedesca Ha Duong e prima in quella italiana, con 235.40 punti ma svariati errori e una condizione fisica non al top. Sul podio anche la classe 2001 Giulia Vittorioso (200) e Flavia Pallotta (194.70). Infine Tania Cagnotto e Francesca Dallapè si impongono nei 3 metri sincro con l’ottimo punteggio di 309.21 grazie a triplo e mezzo avanti e doppio e mezzo ritornato da oltre 70 punti. Seconde Malvina Catalano Gonzaga e Anna Laura Granelli (221.04) e Giulia Rogantin e Silvia Alessio (213.75). La bolzanina domani e domenica non prenderà parte alle gare individuali.
Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

Clicca qui e metti mi piace per restare sempre aggiornato sul mondo dei tuffi azzurri

 

francesco.caligaris@oasport.it

Twitter: @FCaligaris

Foto da: Marta Cesari

Lascia un commento

Top