Tuffi, Giochi Europei Baku 2015: doppietta britannica, Barbu sesto

Bandiera-Gran-Bretagna.jpg

Gli Europei giovanili di tuffi, inseriti nel programma di Baku 2015, terminano con due God save the Queen e un sesto posto azzurro. La Gran Bretagna cala la doppietta, Vladimir Barbu “vede” il podio dalla piattaforma ma sporca la verticale indietro da 3.3 di coefficiente e perde posizioni. La gara regina va a Matthew Lee, già protagonista con i senior alle World Series e agli Europei di Rostock: 588.25 punti e oro davanti al russo Nikita Shleikher (556.55). Terzo il francese Alexis Jandard (526.20), altro bel prospetto della scuola transalpina che pur senza grandi strutture sta sfornando molti atleti interessanti.

Barbu, origini rumene ma di stanza a Bolzano seguito da Giorgio Cagnotto, comincia la finale in vetta grazie al miglior punteggio con gli obbligatori della mattinata. Dopo il doppio e mezzo rovesciato da 7.5 metri (66.70) è secondo, con il triplo e mezzo ritornato (56) scivola al terzo posto e l’errore si materializza purtroppo con la verticale (34.65). Il triplo e mezzo avvitamento rovesciato da 70.95 conferma tutto il suo talento e la chiusura, non perfetta con il triplo e mezzo indietro, lo porta a un totale di 473.80.

Poco brillante, invece, la finale da 3 metri di Laura Anna Granelli, qualificata con l’ultimo punteggio disponibile ma nona con gli obbligatori all’esordio individuale nella categoria A. La lombarda che si allena a Bergamo compromette la propria gara con il triplo e mezzo avanti raggruppato e in seguito commette un grave errore nel doppio e mezzo indietro, ottenendo solo 16.80 punti. La nota positiva, comunque, arriva in chiusura: buon doppio e mezzo rovesciato – sbagliato questa mattina – per un totale di 352 punti che comunque la relegano al 12esimo posto. Vince Katherine Torrance, prima anche dopo l’eliminatoria, con 448.25 punti e la media del 7.5 praticamente in ogni tuffo. Argento per la russa Ekaterina Nekrasova (443.05), bronzo alla tedesca Saskia Oettinghas (418.35), già oro ieri nel sincro con Louisa Stawczynski (414.25) quarta a causa di una sbavatura nell’indietro finale.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

Clicca qui e metti mi piace per restare sempre aggiornato sul mondo dei tuffi azzurri

 

francesco.caligaris@oasport.it

Twitter: @FCaligaris

Lascia un commento

Top