Nuoto, Giochi Europei Baku 2015: Scarpa Vidal argento, due quarti posti e tante speranze per domani

Elisa-Scarpa-Vidal-nuoto-foto-fin-dpm.jpg

A Baku 2015 arriva l’argento per Elisa Scarpa Vidal, che un po’ a sorpresa regala all’Italia la sua terza medaglia del nuoto ai Giochi Europei con i 200 farfalla. Non parte con i favori del pronostico dopo la semifinale, ma è ottima nel migliorare il suo personal best, fermare il cronometro a 2’12”27 e salire sul podio. Un altro premio per il Team Veneto guidato da Davide Pontarin dopo la bella performance di Ilaria Cusinato nei 400 misti di ieri. Vince la tedesca Julia Mrozinski in 2’11”19, quinta Marina Luperi (2’12”56).

Ci si aspettava qualcosa di più da Martina Rossi, strepitosa ieri nella semifinale dei 200 dorso. Invece l’azzurra è quarta peggiorando il crono (2’13”17) nella gara vinta dalla russa Polina Egorova in 2’11”23. Quinto posto per Giulia Ramatelli (2’13”55): le azzurre combattono, ma rimangono entrambe fuori dal podio in una finale molto veloce ed equilibrata. Quarta anche la 4×100 stile libero mista (Alessandro Bori, Alessandro Miressi, Ilaria Cusinato, Camilla Tinelli, 3’35”64) che perde una posizione rispetto alla mattinata. Oro alla solita Russia.

Tante belle notizie dal settore maschile. Lorenzo Glessi piano piano prende confidenza con vasca, rivali e proprie qualità e scala la classifica dei 200 misti: è secondo in semifinale con il crono di 2’02”23 e davanti a lui ha solo Sebastian Steffan, austriaco, 2’01”92. Domani sarà il grande giorno della corsa all’oro. Come anche per Alessandro Miressi e Alessandro Bori, primo e terzo nella semifinale dei 100 stile libero con 49”80 (personale) e 50”04. L’avversario numero uno sarà il britannico Duncan Scott, oggi a 49”81 ma capace di scendere ancora di molto. Molto bene pure Giacomo Carini, attualmente secondo nei 200 farfalla con miglioramento rispetto all’agevole batteria e nuovo record italiano juniores (1’57”80, il russo Daniil Pakhomov è davanti di sei centesimi), e Giulia Verona, autrice di un 2’29” netto nei 200 rana e quarta in semifinale. Da paura la russa Maria Astashkina, 2’23”88.

Gli altri ori di giornata sono del britannico Luke Greenbank nei 100 dorso (54”76), della russa Arina Openysheva nei 400 stile libero (4’08”81, Giovanna la Cava quinta in 4’17”99 e Sveva Schiazzano settima in 4’19”70), dell’olandese Marrit Steenbergen nei 100 sl (53”97), del russo Anton Chupkov nei 200 rana (2’10”85) e del francese Nicolas D’Oriano nei 1500 stile libero (15’13”31).

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

Clicca qui e metti mi piace per restare sempre aggiornato sul mondo del nuoto italiano

 

francesco.caligaris@oasport.it

Twitter: @FCaligaris

Foto da: Fin/DeepBlueMedia

Lascia un commento

Top