Giochi Europei Baku 2015|Parajudo: la favola di Inna Cherniak, Zakiyev vince al maschile

Parajudo-Inna-Cherniak.jpg

Tra le innovazioni più interessanti portate dai Giochi Europei di Baku 2015 c’è stata quella di dare la possibilità ad alcuni atleti paralimpici di partecipare accanto ai loro colleghi “normodotati”. Ad avere questa fortuna sono stati gli atleti del judo non vedenti, che si sono dati battaglia nelle categorie 57 kg femminile e +90 kg maschile.

A vincere la prova femminile è stata l’ucraina Inna Cherniak, sorella gemella di quella Maryna Cherniak che ieri ha chiuso ai piedi del podio tra le 48 kg. Inna era una judoka di buon livello, ed in gioventù conquistò una medaglia d’argento ai Campionati Europei cadetti, ma dal 2013 una malattia della vista l’ha condizionata eccessivamente, costringendola a passare alle competizioni paralimpiche. Grazie agli European Games, Inna è tornata a combattere assieme alla sorella, ed ha ottenuto addirittura la medaglia d’oro grazie ad una vittoria per ippon sulla padrona di casa Sabina Abdullayeva. Le medaglie di bronzo sono andate alla tedesca Ramona Brussig, una delle favorite della vigilia, ed all’altra ucraina Nataliya Nikolaychyk.

La medaglia d’oro maschile è andata invece al padrone di casa Ilham Zakiyev, che ha sconfitto in finale l’ucraino Oleksandr Pominov. L’azero si è imposto con due waza-ari, il secondo e decisivo dei quali messo a segno su osaekomi. Da notare che Zakiyev fa parte del gruppo della nazionale e si allena regolarmente con i normodotati. Le medaglie di bronzo sono state conquistate dall’ altro azero Zakir Mislimov e dal russo Aleksandr Parasiuk.

Clicca qui per la pagina Facebook JUDO LOTTA TAEKWONDO

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giulio.chinappi@oasport.it

Lascia un commento

Top