Baku 2015, MTB: Schurter guida il podio elvetico, Kerschbaumer 4°

mtbsvizzera.jpg

Dominio svizzero anche nella gara maschile di mountain bike ai Giochi Europei di Baku: tutti e tre i gradini del podio vengono occupati da atleti rossocrociati (nell’ordine Nino Schurter, Lukas Flückiger e Fabian Giger) e il primo degli esclusi è l’azzurro Gerhard Kerschbaumer, che bissa lo sfortunato quarto posto centrato stamattina da Eva Lechner.

Schurte va all’attacco già nelle prime battute, seguendo una strategia di gara già applicata molte altre volte: gli oltre 20” di vantaggio accumulati verso i più immediati inseguitori vengono però annullati da un ottimo Gerhard Kerschbaumer, la cui azione in salita è davvero decisa. Il ventiquattrenne südtirolese si trova stretto nella morsa di tre rossocrociati, perché oltre a Schurter in testa ci sono anche Giger e Flückiger, col ceco Ondrej Cink a completare il trenino al comando: l’azzurro pedala molto bene, ma commette l’errore di tentare di seguire l’argento olimpico in carica nel suo ennesimo attacco poco prima del penultimo transito sul traguardo, così il campione elvetico fa nuovamente il vuoto e i suoi connazionali riescono a mettere in difficoltà un  Kerschbaumer evidentemente in fuori giri. 

Dunque, è Nino Schurter, ventinovenne grigionese di Coira, a mettersi al collo la medaglia d’oro con 13” di margine su Flückiger e 33” su Giger. Il ventiquattrenne azzurro di Verdignes, già campione del mondo U23 nel 2013, accusa alla fine 1’46” e porta a casa un quarto posto comunque importante, anche perché ha dimostrato di saper duellare ad armi pari con atleti che abitualmente dominano in Coppa del Mondo. Quinta piazza per il ceco Cink: nono a oltre 4′ un Marco Aurelio Fontana mai apparso competitivo per le primissime posizioni. Costretto al ritiro Andrea Tiberi, dopo una buona partenza.

Per restare aggiornato sul mondo della mountain bike visita FreeBike Tv, anche su Facebook

foto: pagina Facebook Nino Schurter

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

marco.regazzoni@oasport.it

Lascia un commento

Top