Giro d’Italia 2015, Richie Porte abbandona la corsa

Richie-Porte-Giro-dItalia-Ufficio-Stampa.jpg

Richie Porte si è ritirato dal Giro d’Italia 2015. Si conclude anzitempo una corsa rosa stregata per il 30enne australiano, nella quale si sono susseguiti in serie diversi episodi sfortunati: dalla foratura di Forlì, con annessa penalizzazione di 2 minuti, fino alla caduta di venerdì scorso con ferite al ginocchio ed all’anca che ne hanno limitato il rendimento nella cronometro e, soprattutto, nel ‘tappone’ di Madonna di Campiglio dove ha accusato quasi mezz’ora dai migliori.

Formidabile nelle brevi corse a tappe, Porte continua a non incidere nelle competizioni di tre settimane: sinora il ciclista aussie non è mai salito su un podio in un grande giro.

Il Giro era il mio grande obiettivo stagionale e ho lavorato molto duramente tutto l’anno pensando a questa corsa. Ho avuto tantissima sfortuna questa settimana con la foratura e la penalità, ma è stata la caduta di venerdì a rivelarsi decisiva. Sono caduto pesantemente sul ginocchio e sull’anca e questo mi ha provocato molto dolore nella crono di sabato e nella tappa di ieri. Avrei voluto continuare a provarci per dare tutto, ma lo staff medico della squadra mi ha consigliato di non continuare“, ha spiegato Porte.

Il Team Sky punterà ora sul ceco Leopold Koenig, quinto in classifica generale. Possibile, a questo punto, che Porte possa puntare sulla Vuelta.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

federico.militello@oasport.it

Foto: Giro d’Italia

Lascia un commento

Top