Giro d’Italia 2015, a Fiuggi urla Diego Ulissi! Battuti Lobato e Gerrans

Diego-Ulissi-Giro-dItalia-Pagina-FB-Giro-e1449585983774.jpg

Foto: Pagina Facebook Giro dItalia


Una volata per scaricare tutta la rabbia e le difficoltà dell’ultimo periodo. Diego Ulissi urla la propria gioia al termine della settima tappa, la più lunga del Giro d’Italia 2015, la Grosseto-Fiuggi di 264km. Il corridore della Lampre – Merida è magistrale negli ultimi 200 metri di una giornata nervosa e di difficile interpretazione, in cui si prende il suo quarto successo della carriera nella Corsa Rosa. E, soprattutto, in cui fa capire a tutti di essere tornato.

A pescare il momento giusto per andare in fuga sono in quattro: Marco Bandiera (Androni Giocattoli), Nicola Boem (Bardiani – CSF), Nikolay Mihaylov (CCC) e Pierpaolo De Negri (Nippo – Vini Fantini). Il loro attacco trova il benestare del gruppo tirato costantemente dalla Tinkoff della Maglia Rosa e raggiunge con il passare dei chilometri un vantaggio massimo di dieci minuti, anche per via del ritmo estremamente blando tenuto dal plotone principale nelle prime ore di gara, di gran lunga inferiore a quello più basso previsto. Con il passare dei chilometri, tuttavia, la Tinkoff aumenta di una tacca l’andatura e parte con decisione all’inseguimento, non lasciando scampo ai quattro battistrada. Il ricongiungimento è inevitabile e avviene ai -21 dall’arrivo, dopo oltre duecento chilometri in avanscoperta. Mihayov prova a rilanciare, ma è un tentativo velleitario.

Sul penultimo strappo non arrivano scatti, gli uomini di un Alberto Contador apparentemente tranquillo controllano la corsa e lo fanno anche sul tratto di salita che va dai -10 ai -5, quando anche Greipel va in difficoltà, quasi staccandosi. Il Gorilla, tuttavia, resiste e si riporta anche in testa al gruppo grazie ai suoi compagni nel lungo tratto di falsopiano che conduce all’ultimo chilometro. La Lampre prende in mano le operazioni ma Sacha Modolo, in seconda posizione dietro Richeze, non ha la forza per sprintare; per i blu-fucsia, però, spunta in maniera impetuosa e a sorpresa un eccezionale Diego Ulissi, che brucia Juan Lobato (Movistar) e Simon Gerrans (Orica – GreenEDGE) con un sprint d’autore, proprio come quelli dei suoi giorni migliori. Quarto un ottimo Manuel Belletti (Southeast), sempre molto regolare, davanti al duo della Bardiani formato da Enrico Battaglin e Sonny Colbrelli. Settimo Fabio Felline.

Twitter: @panstweet

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

daniele.pansardi@olimpiazzurra.com

Tag

Lascia un commento

Top