Equitazione, Piazza di Siena 2015: il Gran Premio di Roma parla svedese

Equitazione-Henrik-von-Eckermann.jpg

Henrik von Eckermann e Cantinero si sono aggiudicati quest’oggi l’edizione numero ottantatré del Gran Premio di Roma, la prova conclusiva del CSIO cinque stelle di Roma Piazza di Siena – Master Fratelli d’Inzeo. Il binomio svedese ha commesso solamente un’infrazione sul tempo nel secondo percorso della prova con ostacoli ad 1.60 metri, facendo segnare il crono di 48″67. In seconda posizione, con due penalità ed un tempo di 48″10, ha chiuso invece il campione mondiale in carica, l’olandese Jeroen Dubbeldam su Zenith SFN N.O.P.. Completa il podio un altro binomio Oranje, quello formato da Maikel van der Vleuten e Vdl Groep Arera C (3/54″57), mentre la campionessa italiana Giulia Martinengo Marquet si è classificata quinta in sella a Fixdesign Funke Van’T Heike (4/43″26), preceduta anche dallo spagnolo Sergio Álvarez Moya su G and C Quitador Rochelais (4/41″53).

Il successo di Henrick von Eckermann arriva quindici anni dopo quello della sua connazionale Lisen Bratt, che era stata la prima – e fino ad oggi unica – svedese a vincere a Roma. In quell’occasione, tra l’altro, la nazionale scandinava ottenne anche la sua unica vittoria in Nations Cup sul suolo capitolino.

La giornata si era invece aperta con una tripletta azzurra nella prova contro il tempo (1.45 m) vinta da Lorenzo De Luca su Zoe II (54″88) davanti a Filippo Moyersoen su Loro Piana Biricchina Bella (55″66) e Luca Maria Moneta su Bonheur S (55″71).

Nel frattempo, i giovani italiani si sono messi in luce anche al CSIO giovanile di Lamprechthausen, in Austria, dove l’Italia ha ottenuto la vittoria della Nations Cup nelle categorie Young Riders e Pony, piazzandosi anche seconda a livello Junior e Children.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giulio.chinappi@oasport.it

Lascia un commento

Top