Tokyo 2020: il karate vicino all’inserimento nel programma olimpico

oa-logo-correlati.png

Continua la campagna internazionale per l’inserimento del karate nel programma olimpico di Tokyo 2020, ed oggi più che mai possiamo dire che l’obiettivo è vicino al suo raggiungimento, tanto che una prima decisione in questo senso potrebbe arrivare già a settembre.

Dal 23 al 26 marzo, si sono infatti incontrati a Tokyo Antonio Espinos, il presidente della World Karate Federation (WKF), ed alcune delle più importanti personalità politiche giapponesi, come Wataru Takeshita, ministro e segretario della Federazione Parlamentare per la promozione del karate, un gruppo di parlamentari di tutti i partiti politici giapponesi che lavora congiuntamente per l’inserimento del karate nel programma olimpico. Tutte le parti hanno espresso il loro sostegno per la causa, supportata attraverso una petizione via internet da ben 700.000 firme, che verranno consegnate successivamente al governatore di Tokyo, Yōichi Masuzoe.

A settembre, come detto, il comitato organizzatore dei Giochi Olimpici di Tokyo 2020 dovrà prendere una prima decisione in proposito, e tutte le carte in tavola sembrano giocare a favore del karate. Gli organizzatori giapponesi dovranno infatti formulare una proposta circa l’inserimento di nuove prove nel programma olimpico, e nell’agosto del 2016 il Comitato Olimpico Internazionale dovrà poi esprimersi approvando o respingendo le proposte del comitato organizzatore.

Clicca qui per la pagina Facebook JUDO LOTTA TAEKWONDOO

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giulio.chinappi@olimpiazzurra.com

Tag

Lascia un commento

Top