Seguici su

Tennis

IL MORSO DEL COBO! Flavio Cobolli brilla al Roland Garros e batte l’astro nascente Medjedovic

Pubblicato

il

Flavio Cobolli

Una partita intensa e di qualità vinta da Flavio Cobolli. Il n.53 del ranking doveva affrontare un giocatore molto interessante come il serbo Hamad Medjedovic (n.135 ATP), proveniente dalle qualificazioni, nel primo turno del Roland Garros 2024. Il classe 2002 romano ha saputo venire a capo di un incontro complicato, durato 3 ore e 1 minuti di partita. Cobolli si è imposto con lo score di 6-2 6-3 6-7 (2) 6-3, guadagnando l’accesso al secondo round dove affronterà il danese Holger Rune (n.13 del seeding).

Nel primo set la solidità del giocatore italiano fa la differenza. La superficie è particolarmente lenta per la tanta pioggia caduta in questa giornata a Parigi e Flavio si muove decisamente meglio del suo avversario. Medjedovic fatica specialmente a impattare la palla dal lato del dritto. Cobolli vola sul 4-1 (doppio break di vantaggio) e sullo score di 6-2 archivia la pratica.

Nel secondo set si prosegue con il medesimo spartito. Il nostro portacolori si appoggia molto bene ai colpi dell’avversario e provoca i tanti errori del balcanico. Conclusione: 4-1 e doppio break. Medjedovic ha però un sussulto nel sesto game, recuperando un break di ritardo anche per due doppi falli di Flavio. L’azzurro non si scompone e riesce ad aggiudicarsi anche questa frazione per 6-3.

Nel terzo set il livello del serbo sale in maniera esponenziale e si gioca, come si suol dire, punto a punto. Eterno il terzo game, che il romano conquista con grande determinazione. Cobolli però non è risoluto nel quarto game, quando ha sulla racchetta una palla break. Scambio dopo scambio il talentuoso tennista cresciuto sotto l’ala protettrice di Novak Djokovic strappa il servizio a Flavio nel nono gioco, avendo l’opportunità di far suo il parziale. La tensione però gli blocca un po’ il braccio e Cobolli ottiene il contro-break, andando sul 6-5. Flavio si costruisce anche una palla match nel dodicesimo game, ma con una prima di servizio poderosa Medjedovic si salva. Al tie-break, il livello di gioco del serbo è molto elevato e sul 7-2 può sfogare la propria soddisfazione.

Nel quarto set il tennista tricolore è bravissimo a resettare e a giocare in maniera molto consistente. Scappa sul 4-1 Flavio, salvando due palle del parziale contro-break nel sesto game e portandosi sul 5-1. Altra palla match nel settimo game e all’azzurro manca decisione, la stessa dell’ottavo game al servizio, con il balcanico che con le spalle al muro sfodera vincenti di pregevole fattura. C’è il contro-break parziale, ma la partita non cambia perché Flavio con la forza dei nervi piega il coriaceo avversario sul 6-3. Al termine, l’abbraccio tra i due è la degna conclusione della partita.

Leggendo le statistiche sono da sottolineare i 13 ace dell’italiano, con il 72% dei punti vinti con la prima di servizio e il 50% con la seconda. Nel rapporto vincenti/gratuiti un bilancio nettamente in attivo con 43/23 per Cobolli.