Seguici su

Senza categoria

Scherma, cinque azzurri raggiungono il tabellone principale della sciabola maschile nel Grand Prix di Orleans

Pubblicato

il

Inizia da Orleans (Francia) il lungo weekend del Grand Prix di scherma. Nel prestigiosissimo appuntamento francese, valevole come secondo appuntamento della Coppa del Mondo 2023-2024 di sciabola, quest’oggi sono andate in scena le qualificazioni per il tabellone principale maschile, dove sono già ammessi di diritto Luca Curatoli, Luigi Samele e Michele Gallo. Sono scesi in pedana nove azzurri per provare a strappare il pass per la fase principale, in cinque sono riusciti a raggiungere l’obiettivo sottolineando l’ottimo momento della squadra azzurra. 

Pietro Torre, reduce dalla prima semifinale in carriera nell’opening stagionale, è apparso subito in forma e brillante superando senza alcun patema, anzi vincendo tutti gli incontri disputati, la fase a gironi; qualificandosi così direttamente al tabellone principale senza dover passare dalle forche caudine dei due round di assalti preliminari. Stesso percorso anche per il giovane classe 2001 Mattia Rea, che si è imposto con grande autorità nella ‘poule’ numero ventotto.

Gli altri sette italiani hanno tutti superato il girone, ma hanno anche dovuto affrontare in più due turni preliminari per accedere al tabellone finale in programma per sabato 9 dicembre. La composizione dei due assalti preliminari ha stabilito che Francesco Bonsanto ed Enrico Berrè si sfidassero nell’incontro decisivo, dopo aver battuto rispettivamente Colin Heatchock e Reo Hiwatashi. Ad avere la meglio è stato il più esperto dei due, con Berrè che ha letteralmente asfaltato il connazionale per 15-2.

Missione compiuta anche per Dario Cavaliere, abile a superare senza patemi prima il transalpino Florian Schickele (15-8) e poi il tedesco Leon Schlaffer (15-5); dopo che in mattinata aveva passato la poule con il bilancio di 4 vittorie e due sconfitte. L’ultimo azzurro a raggiungere il tabellone principale è Giovanni Repetti, che grazie al suo buon piazzamento nei gironi ha dovuto affrontare un solo assalto preliminare, vinto 15-11 contro Tin Ching Leu.

Sono poi ben tre coloro che si sono dovuti arrendere al primo turno preliminare, vedendo così scemare le possibilità di ammissione al tabellone principale.. Un pizzico di delusione per Giacomo Mignuzzi, che dopo una fase a gironi altalenante si è dovuto arrendere 15-10 al georgiano Vakhtangi Archvadze. Riccardo Nuccio è stato sconfitto sorpresa dall’azero Musa Aymuratov 15-10 dopo che il piazzamento nelle ‘poule’ gli aveva regalato un percorso più che fattibile per arrivare alla giornata di sabato. Chi può recriminare di più è Marco Mastrullo, che si è dovuto inchinare alla stoccata decisiva contro il rappresentante di Hong Kong Chung Hei Chow.

Foto: Bizzi/Federscherma