Seguici su

Calcio

Il nuovo ruolo di Chiesa alla Juventus: come e dove gioca. Segnerà più gol?

Pubblicato

il

Obiettivo 15 gol. È questo il target fissato da Massimiliano Allegri per Federico Chiesa.

Il tecnico della Juventus ha puntato con decisione sul 3-5-2 come modulo di riferimento in questa stagione e ha pensato per Chiesa un ruolo da spalla della prima punta.

Dall’esterno al centro dell’attacco, a 25 anni l’ex Fiorentina è chiamato ad un salto di qualità in termini realizzativi, anche se in carriera, in campionato, è andato in doppia cifra una sola volta: 10 centri nel 2019/20 quando era ancora vestito di viola.

La carriera di Chiesa è stata caratterizzata da numerosi equivoci, con un percorso di sviluppo non lineare che lo ha portato a ricoprire più o meno tutti i ruoli dalla mediana in su, ad eccezione di quello di centrocampista centrale.

In realtà, però, finora il classe 1997 non ha mostrato un miglioramento sensibile nel rendimento offensivo, rimasto sostanzialmente invariato da quando è in bianconero.

Chiesa sinora è comunque sembrato maggiormente a suo agio quando ha potuto prendersi campo in progressione sulla fascia, molto meno nei congestionati spazi interni.

La mossa di Allegri è un all-in: potrebbe regalare al calcio italiano (e regalarsi) un nuovo Chiesa, ma anche privarlo di uno dei pochi giocatori in grado di creare superiorità numerica con una giocata individuale.

Certamente sarà necessario un periodo di adattamento nella nuova posizione, ma quella di Allegri sembra più un azzardo dettato dalla necessità di provare a valorizzare un giocatore su cui la Juventus ha investito molto che non una reale visione di sviluppo del giocatore.

Foto: LaPresse