Seguici su

Senza categoria

Atletica, la 4×100 non è ancora qualificata alle Olimpiadi! Cosa serve per andare a Parigi 2024? Bahamas decisive

Pubblicato

il

Tortu Patta 4x100

L’Italia ha conquistato la medaglia d’argento con la 4×100 maschile ai Mondiali 2023 di atletica leggera. La nostra Nazionale si è inventata una magnifica impresa a Budapest, correndo in un eccezionale 37.62 e meritandosi il secondo gradino del podio. La magia riesce ai Campioni Olimpici di Tokyo 2020, che nella capitale magiara hanno siglato il secondo tempo della storia del Bel Paese a 12 centesimi dal record nazionale.

Gli azzurri si sono dovuti arrendere soltanto agli USA di Fred Kerley e Noah Lyles (37.38), precedendo squadroni come Giamaica e Gran Bretagna. Risultato strepitoso per il Bel Paese, che si conferma un rifermo della velocità internazionale. Roberto Rigali è stato solidissimo al lancio, Marcell Jacobs ha sciorinato tutti i suoi cavalli sul rettilineo, Lorenzo Patta ha strabiliato ancora una volta in curva dopo la buona prova della semifinale, Filippo Tortu è partito lanciatissimo sul rettilineo finale e ha condotto il risultato in porto.

L’Italia non è però ancora qualificata alle Olimpiadi di Parigi 2024. Il regolamento parla infatti molto chiaro: staccheranno il biglietto per i Giochi le migliori 14 formazioni delle World Relays 2024 e i due migliori tempi di ripescaggio ottenuti durante il periodo compreso tra il 31 dicembre 2022 e il 30 giugno 2024.

Il pass a cinque cerchi andrà dunque conquistato ai cosiddetti Mondiali di Staffette, che si disputeranno a Nassau (Bahamas) il 4-5 maggio 2024: in quell’occasione bisognerà rientrare tra le migliori 14 compagini per potersi meritare un posto ai Giochi. In caso di fallimento ai Caraibi, però, si potrà fare leva sul miglior tempo siglato nell’anno e mezzo precedente le Olimpiadi: due Nazionali emergeranno da questa graduatoria e il 37.62 corso ieri dall’Italia in finale dà una certa tranquillità.

Foto: Colombo/FIDAL