Seguici su

Calcio

Milan-Sampdoria 5-1, Pioli: “Una vittoria scacciapensieri, con la Juve sarà decisiva”

Pubblicato

il

Stefano Pioli

Le sue parole trasmettono grande tranquillità, come sempre. Ma la sua faccia lascia ancora intravedere la delusione per l’eliminazione dalla Champions. Stefano Pioli è segnato, quasi scuro in volto. La vittoria per 5-1 sulla Sampdoria non gli ha permesso di scacciare del tutto i fantasmi del ko con l’Inter. Lo ha sicuramente aiutato ad allentare la tensione, così come ai suoi giocatori. Ma non bastano per dimenticare. “Abbiamo riacceso i motori e va bene così – spiega il tecnico rossonero -. Giocare è stato un bene perché avevamo bisogno di scaricare la tensione derivata dall’eliminazione dalla Champions. Questa vittoria è un buon viatico in vista delle ultime due partite, che per noi saranno decisive”.

La prossima, in particolare, sarà la gara più importante della stagione. Battere la Juventus a Torino è l’unico modo per continuare a sognare l’ingresso nella prossima Champions League. “I rimpianti di quello che poteva essere non ci sono, aspettiamo la fine del campionato per fare bilanci. In Champions siamo andati oltre le aspettative, raggiungendo un’insperata semifinale, mentre in campionato è mancata continuità, è stato questo il nostro difetto. Ora pensiamo alle ultime due gare, soprattutto allo scontro diretto con la Juve”.

Tutta la Serie A TIM è solo su DAZN: 7 partite in esclusiva e 3 in co-esclusiva a giornata. Attiva ora

La sconfitta con l’Inter, in ogni caso, non inficia il lavoro fatto in questi anni. “E’ chiaro che il nostro percorso in questi anni è stato speciale, soprattutto per una squadra giovane e per una società che è riuscita a mantenere il bilancio in utile. Gli scudetti e le semifinali di Champions per il Milan devono tornare a essere la normalità, stiamo lavorando per crescere e per far sì che ciò accada. Sono orgoglioso di quello che stiamo facendo insieme. Sappiamo quello che dobbiamo fare e chi siamo. Cercheremo di continuare a regalare soddisfazioni ai nostri tifosi, che quest’anno non ne hanno avute quanto meriterebbero per come ci stanno accanto”.  

Infine una battuta sul mercato estivo. Sul quale Pioli glissa con classe. “Il mercato? Cercheremo giocatori forti. La base della squadra è solida, abbiamo prolungato i contratti di tanti giocatori importanti. Serviranno calciatori da Milan, non esistono titolari e riserve nel calcio moderno. Molti giovani hanno avuto difficoltà, anche Tonali e Leao, ma non è facile per nessuno giocare in un club come questo. Però siamo convinti che se c’è la qualità prima o poi riusciranno ad emergere”. Ogni riferimento a De Ketelaere è puramente casuale…

Foto: Lapresse