Seguici su

Calcio

Verona-Sassuolo 2-1, Ceccherini: “Quindici minuti folli”. Dionisi rammaricato: “Non siamo maturi”

Pubblicato

il

Ceccherini e Gaich

In sala stampa, dopo l’incredibile vittoria in rimonta sul Sassuolo, arrivano l’uomo che ha ridato speranza al Verona, Federico Ceccherini, e il tecnico dei neroverdi, Alessio Dionisi. Gli umori non possono che essere diametralmente opposti. Da un lato c’è sorriso del difensore, che ha segnato il gol dell’1-1 dopo che i neroverdi avevano avuto più volte l’occasione di raddoppiare. Dall’altro la delusione del mister degli emiliani, rammaricato come non mai per la prova di maturità mancata dai suoi ragazzi.

“Sono stati 15 minuti folli – spiega Ceccherini – ma questi tre punti ce le teniamo stretti. Una vittoria come questa ci voleva, anche se a essere onesti il Sassuolo meritava di più. Altre volte è capitato a noi, oggi ci è andata bene. Ma questo è un campionato davvero strano. Nessuno avrebbe mai pensato che lo Spezia potesse battere l’Inter, invece ci è riuscito. Ora pensiamo al Napoli, da qui alla fine avremo bisogno di tutti. Anche dei nostri tifosi che oggi sono stati fantastici, sostenendoci fino al 95’”.

Ed è proprio dai tifosi che parte Dionisi.Penso che il calore del pubblico abbia tenuto in piedi il Verona – sottolinea l’allenatore del Sassuolo – perché ad ogni rimessa sembrava come se l’arbitro avesse fischiato calcio di rigore. Bravi loro che ci hanno creduto fino alla fine, molto meno noi. Avremmo potuto passare una Pasqua col sorriso, invece per un errore di concentrazione abbiamo interrotto la nostra striscia di risultati utili positivi e torniamo a casa delusi. E’ un peccato”.  

Foto: Lapresse