Seguici su

MotoGP

MotoGP, Francesco Bagnaia: “Sprint perfetta rispetto all’Argentina, nonostante il caldo”

Pubblicato

il

Pecco Bagnaia

Pecco Bagnaia è tornato prepotentemente. Dopo il passaggio a vuoto in Argentina, il campione del mondo ha ripreso decisamente il filo ad Austin, facendo la pole position con record della pista e dominando in lungo e in largo la Sprint Race, terzo successo stagionale dopo la Sprint Race e la gara in Portogallo, portandosi a un solo punto da Bezzecchi nel campionato.

Queste le impressioni a caldo del numero 1 Ducati: “Gara sprint perfetta rispetto a quella in Argentina in cui ho avuto più problemi. Sono partito bene, ho cercato di spingere del mio passo ed è stato sufficiente per crearmi un vantaggio“.

Sinceramente oggi le condizioni erano piuttosto complicate per via del calore, della temperatura molto alta e in frenata la pista era molto scivolosa. Però sono molto contento, ora possiamo concentrarci su domani, sarà molto più difficile, ma in ogni caso sono molto soddisfatto“.

Bagnaia ha proseguito nel suo racconto della Sprint Race: “Abbiamo lavorato bene tutto il weekend. Ho provato ad aprire il gas per avere quanto più margine possibile per stare tranquillo. Aspettiamo domani che sarà diverso, sapevo che saremmo stati veloci“.

Sull’equilibrio trovato per il passo gara gara: “Ho lavorato benissimo nelle P2, anche se l’ultima parte dobbiamo lasciarla ai time attack. Nei primi 40 minuti abbiamo trovato il settaggio giusto e abbiamo fatto un lavoro migliore rispetto all’Argentina. Oggi mi è piaciuto perché sono riuscito ad essere costantemente il più veloce“.

Sulla gara di domani: “Le temperature domani dovrebbero abbassarsi, lo spero e quindi sarà molto diverso. Non potrò spingere da subito come oggi, ci sarà un gruppo e sarà fondamentale rimanere tranquilli e gestire le energie. La gara di oggi non mi ha stancato tanto, era caldo, ma mi sento bene“.

Domani ci sarà la gara alle 21.00 ora italiana e Pecco Bagnaia andrà a caccia della prima vittoria della carriera nel GP delle Americhe, vinto ben sette volte da Marc Marquez, assente, e lo scorso anno dal suo compagno di squadra Enea Bastianini, anch’egli assente per la frattura alla scapola. Una bella occasione per tornare in testa al Mondiale e incrementare sugli avversari.

Foto: MotoGP.com