Seguici su

Calcio

Milan, Pioli: “Prossimi due mesi decisivi, ma pensiamo solo all’Empoli”

Pubblicato

il

Prova a rimanere con i piedi per terra e la testa sull’Empoli l’allenatore del Milan Stefano Pioli alla vigilia del match contro i toscani che si giocherà domani sera, venerdì 7 aprile, al Meazza alle 21.00.

«Affrontare le prossime sfide con la giusta tensione – ha detto Pioli – sarà determinante, le partite si vincono prima con l’atteggiamento e la volontà, poi con la qualità. Dobbiamo essere umili e determinati, il campionato è molto importante per noi e vogliamo sfruttare la spinta dei tifosi».

L’allenatore del Milan è tornato quindi sul successo del Maradona contro la capolista Napoli, ma non vuole dargli un valore superiore ai tre punti: «Il successo del Maradona non aumenta il rammarico per il nostro cammino, dobbiamo essere concentrati per questo finale di stagione perché abbiamo ancora tante possibilità per dimostrare che squadra siamo. L’attenzione non deve mai mancare, forse abbiamo avuto difficoltà maggiori contro squadre che si sono chiuse, ma abbiamo lavorato per migliorare questo tipo di situazioni».

Il tecnico rossonero, pur non sbilanciandosi sulla formazione che scenderà in campo («Valuterò chi partirà dall’inizio»), ha cercato di tenere alta l’attenzione sulla partita di campionato, anche perché la corsa per un piazzamento Champions è tutt’altro che chiusa: «I prossimi due mesi saranno decisivi per la nostra stagione, mancano ancora tante gare e dobbiamo restare concentrati. La vittoria di Napoli dev’essere importante per farci approcciare sempre in quel modo, ma dobbiamo pensare solamente alla sfida contro l’Empoli. Sono una formazione rapida e tecnica, dovremo affrontarli con grande rispetto perché giocano da tanti anni con un sistema di gioco consolidato. Sarebbe un gravissimo errore pensare al doppio confronto di Champions League, attenzione massima verso l’Empoli».

Foto: LaPresse