Seguici su

Rugby

United Rugby Championship: le Zebre Parma rimontano contro il Connacht, ma crollano nel finale

Pubblicato

il

Kieran Marmon

Si è appena conclusa la sfida valevole per la quattordicesima giornata dell’United Rugby Championship e che ha visto in campo al Lanfranchi le Zebre Parma e il Connacht. Match che sembrava già deciso già primo tempo, dove la difesa della franchigia federale ha concesso troppo agli irlandesi che sono subito scappati via, ma nella ripresa arriva la rimonta dei padroni di casa, che però si ferma a un passo dalla vittoria e alla fine crolla subendo 9 mete.

Avvio subito in salita per le Zebre che al 6’ commettono un fallo su un pallone alto, Connacht va in touche sui 5 metri e dalla seguente maul è il tallonatore Tierney-Martin a schiacciare in meta per lo 0-7 iniziale. Provano a reagire i ragazzi di casa che un paio di minuti dopo sfruttano l’indisciplina irlandese per andare sulla piazzola con Eden per il 3-7. Ancora un paio di minuti e lo stesso Eden tenta un drop velleitario che non trova i pali. Ma spingono le Zebre e un altro fallo al 13’ vale il -1, sempre con Eden dalla piazzola.

L’equilibrio del match, però, viene spezzato nella seconda parte del primo tempo, quando la difesa delle Zebre Parma si sfalda e il Connacht sfonda. Al 24’ meta fotocopia di quella iniziale, con fallo dei padroni di casa, touche, maul e doppietta per Tierney-Martin per il 6-12. Passano pochi minuti e al 29’ Tierney-Martin concede il tris. Ancora un fallo, ancora una touche sui 5 metri, ancora una maul e ancora una meta del tallonatore che fa scappare via il Connacht sul 6-19. E alla mezz’ora arriva la meta del bonus, questa volta con Connacht che batte veloce una touche e va fino in fondo con O’Halloran per il 6-24. Zebre che provano a reagire e al 34’ rubano palla in ruck, allargano velocemente il gioco e ovale che arriva a Simone Gesi per la meta del 13-24. La difesa delle Zebre, però, prima dello scadere si fa sorprendere da O’Halloran che libera Blade e quinta meta Connacht con le formazioni che vanno al riposo sul 13-31.

Piove sul bagnato in casa Zebre, che a inizio ripresa concedono la sesta meta di giornata agli irlandesi che vanno a schiacciare alla bandierina con Kilgallen. Se indisciplina e difesa latitano, per le Zebre almeno l’attacco gira e al 46’ arriva la seconda meta dei padroni di casa che la marcano con Cronjé per il 20-38. Insistono le Zebre Parma, che vogliono provare a riaprire i giochi o, almeno, conquistare un punto di bonus e al 55’ Licata sfonda, poi ricicla per Furno che va fino in fondo e punteggio che va sul 27-38.

Zebre che vedono il doppio bonus in caso di nuova marcatura e spingono sull’acceleratore, con Connacht che ora ha concesso possesso e territorio alla squadra guidata da Fabio Roselli. E, così, ecco che all’ora di gioco Eden trova il break vincente, smarca ancora una volta Simone Gesi che firma la sua doppietta e la meta del bonus offensivo con il punteggio sul 34-38 e tutto riaperto al Lanfranchi. Non riesce, però, ai ragazzi di casa il colpaccio e dopo aver barcollato pericolosamente il Connacht si riporta in attacco e al 73’ spegne i sogni delle Zebre con la meta di Byrne che toglie anche il bonus difensivo alle Zebre con il punteggio sul 34-45. E nel finale scappa via la squadra ospite con le mete di Marmon e de Buitlear per il 34-57 finale.

Foto: Mattia Radoni – LPS