Seguici su

Sci Alpino

Sci alpino, Sofia Goggia ricomincia da Crans Montana la corsa alla quarta Coppa del Mondo di discesa

Pubblicato

il

Sofia Goggia

Dopo la cocente delusione dei Mondiali di Meribel, Sofia Goggia si ributta nuovamente sugli impegni della Coppa del Mondo, perchè gli obiettivi non mancano, visto che c’è una coppa di discesa ancora da conquistare. Sarebbe la quarta coppa di specialità della carriera e la bergamasca si presenta a Crans Montana con un vantaggio rassicurante sulle dirette rivali.

Goggia, infatti, conduce la classifica con 480 punti contro i 372 della slovena Ilka Stuhec e i 278 della compagna di squadra Elena Curtoni. Mancano in totale solamente tre discese (oltre a quella di Crans Montana, ci sono quelle di Kvitfjell e delle finali a Soldeu) e Sofia potrebbe anche vincere matematicamente la coppa già in Svizzera, ma dovranno esserci una serie di risultati a suo favore, con in particolare uno zero di Stuhec.

Crans Montana è anche una pista che ha sempre portato dolcissimi ricordi allo sci azzurro ed in particolare proprio a Sofia Goggia. La bergamasca ha già vinto in tre occasioni sulle nevi elvetiche e sempre in discesa libera. La prima affermazione è arrivata nel 2019 davanti a Nicole Schmidhofer, mentre nel 2021 ci fu una meravigliosa doppietta, con due vittorie in due giorni per l’azzurra davanti ad Ester Ledecka nella prima discesa e alla padrona di casa Lara Gut-Behrami nella seconda.

Da capire sicuramente lo stato d’animo di Goggia dopo la delusione mondiale. La bergamasca ha un carattere forte e sicuramente saprà reagire al meglio al mancato oro iridato, che sembrava quasi quello più sicuro di tutta la spedizione azzurra. C’è inoltre la volontà di vincere anche per cancellare l’ultimo mese dove non si è vista realmente la vera Goggia, tra mancate vittorie, infortuni, passaggi a vuoto. La Coppa di discesa può sistemare tutto e la sfera di cristallo è sempre più vicina.

FOTO: LaPresse