Seguici su

Sci Alpino

Sci alpino, Federica Brignone illumina ed è al comando della combinata dei Mondiali dopo il superG

Pubblicato

il

Federica Brignone

Si aprono nel segno dell’Italia i Mondiali di sci alpino 2023. Federica Brignone è al comando della combinata da Meribel dopo una prestazione sontuosa in superG. Una prova davvero eccezionale quella della valdostana, che ha illuminato lungo tutto il tracciato, soprattutto nella parte più tecnica. Brignone si presenta nella manche di slalom con grandissime ambizioni, avendo un notevole vantaggio sulle dirette rivali.

In chiave podio finale non fanno paura la svizzera Lara Gut-Behrami e la norvegese Ragnhild Mowinckel, seconde a pari con 71 centesimi di ritardo dall’azzurra. Al quarto posto c’è Elena Curtoni, protagonista anche lei di una buona prova in superG, chiusa con 78 centesimi di ritardo dalla compagna di squadra. La valtellinese non ha velleità di podio, visto che in slalom fa davvero molta fatica.

Stesso discorso anche per l’austriaca Ramona Siebenhofer (+0.90). La favorita per la medaglia d’oro resta ancora Mikaela Shiffrin, anche se l’americana non può assolutamente gestire. Il ritardo da Brignone è di 96 centesimi e comunque la statunitense ha ovviamente tutte le potenzialità per recuperare il distacco dalla valdostana.

Settima la sorprendente austriaca Franziska Gritsch e anche lei diventa una rivale di Brignone in chiave medaglia, visto che è una slalomista ed ha un ritardo di 1.07. Ottava l’altra austriaca Ricarda Haaser (+1.09), mentre completano la Top-10 la canadese Valerie Grenier (+1.27) e la slovena Ilka Stuhec (+1.28).

Wendy Holdener è solamente quindicesima ad oltre un secondo e mezzo (+1.66). Un ritardo veramente notevole da Brignone, che può gestire sicuramente sull’argento olimpico in carica.

Una prova quasi di allenamento per Sofia Goggia, che non si è presa rischi ed ha chiuso ventesima a 1.92 dalla compagna di squadra. La bergamasca quasi sicuramente non farà lo slalom per evitare ulteriori botte al braccio. Tanti rimpianti per Marta Bassino, che aveva ottimi intermedi, ma è uscita dal tracciato.

Foto: LaPresse