Seguici su

Calcio

Calcio femminile, Milena Bertolini: “Contro la Corea del Sud bisogna vincere!”

Pubblicato

il

Milena Bertolini

L’appuntamento è fissato per domani, alle 17.45 italiane (16.45 locali). La Nazionale italiana di calcio femminile chiude la sua avventura nella Arnold Clark Cup 2023, torneo a inviti che oltre alle azzurre ha visto in campo Inghilterra, Belgio e Corea del Sud. Ebbene, le calciatrici nostrane hanno rimediato due sconfitte nei primi due impegni e lo score è stato il medesimo (1-2).

Tuttavia, le chiavi di lettura sono differenti se si tiene conto della portata dell’avversario affrontato. Nel primo caso ci si riferisce al Belgio e il ko a Milton Keynes è stato amaro perché la Nazionale, specie nel primo tempo, non ha espresso il calcio che conosce: atteggiamento passivo per le ragazze di Milena Bertolini e risultato negativo che si è concretizzato.

Nella seconda giornata, alla Coventry Building Society Arena, le nostre portacolori si sono confrontate con l’Inghilterra, anche qui una sconfitta, ma dal sapore diverso. Le inglesi sono campioni d’Europa in carica e, giocando in casa, avevano motivazioni a mille per mettersi in mostra, dopo aver schiantato la Corea del Sud (4-0). La prestazione delle azzurre è stata gagliarda e determinata. Uno spirito battagliero che le italiane dovranno portarsi dentro per i prossimi impegni, con Sofia Cantore che si è regalata il primo gol in azzurro nella partita menzionata.

Si conclude, quindi, domani contro sudcoreane e la voglia è quella di conquistare una vittoria. “Ora bisogna vincere. Voglio vedere un approccio determinato fin dai primi minuti di gioco, anche se con l’Inghilterra abbiamo fatto bene, rispetto alle ultime uscite servirà una maggior cattiveria agonistica e una maggior attenzione, sono questi i principali aspetti da migliorare. Dobbiamo continuare a lavorare per tornare al successo”, le parole di Bertolini della vigilia.

Sono convinta che se fai le prestazioni i risultati prima o poi arrivano. Affronteremo una formazione dinamica e organizzata, magari meno esperta delle avversarie incontrate finora ma pur sempre molto temibile. Domani vedremo qualche ragazza che finora ha giocato meno, questa manifestazione serve proprio per capire chi è già pronta a calcare certi tipi di palcoscenici. Alcune ragazze mi stanno stupendo, sto ricevendo ottime indicazioni, il gruppo che prenderà parte al Mondiale si sta definendo, ma c’è sempre la possibilità di qualche innesto dell’ultimo momento”, ha aggiunto la CT in relazione alle scelte di formazione.

Foto: LiveMedia/Ettore Griffoni