Seguici su

Senza categoria

ATP Marsiglia 2023, il tabellone di Jannik Sinner. Possibili nuovi confronti con Fils, Wawrinka e Cressy

Pubblicato

il

Jannik Sinner

Sembra quasi di vedere un mix tra Montpellier e Rotterdam, se si va a vedere nel dettaglio il tabellone toccato in sorte a Jannik Sinner in quel di Marsiglia, nell’ultimo torneo programmato prima del trasferimento negli Stati Uniti (saltando, dunque, Dubai). L’altoatesino è atteso, potenzialmente, da una serie di confronti già visti.

Innanzitutto, per il numero 1 d’Italia c’è un bye al primo turno. Al secondo, potenzialmente, potrebbe trovare tanto il russo Roman Safiullin, già battuto in ATP Cup a inizio 2022, che il francese Arthur Fils. Il classe 2004 è stato proprio l’avversario di Sinner nella recente semifinale di Montpellier, torneo poi vinto dall’altoatesino con stile.

C’è poi lo scoglio dei quarti di finale, e potrebbe ripresentarsi la questione Stan Wawrinka. Lo svizzero è ancora dalla parte dell’azzurro, anche se dovrà vedersela prima con il belga Zizou Bergs e poi, di nuovo, con il francese Richard Gasquet per quello che sarebbe ancora un secondo turno ad altissimo tasso di rovesci a una mano. L’elvetico e il transalpino sono comunque i principali candidati per un posto nel venerdì.

ATP Marsiglia 2023: il tabellone. Strade note per Jannik Sinner, Hurkacz prima testa di serie

A livello di semifinale il discorso si complica un po’, perché è vero che c’è Maxime Cressy, ma l’americano, dopo due turni tutti francesi, si potrebbe dover scontrare con l’australiano Alex de Minaur, che solo un grande Grigor Dimitrov è riuscito a eliminare in quel di Rotterdam. L’esito, in questa fattispecie, non è dei più semplici da prevedere; rimane però il fatto che Sinner ha battuto sia l’uno che l’altro (anzi, con l’aussie l’altoatesino ha un record di 4-0).

A proposito di Dimitrov, il bulgaro è nella parte alta del tabellone insieme al numero 1 del seeding, il polacco Hubert Hurkacz, ma questi capitoli si apriranno in caso di ingresso in finale. Certo è che con entrambi esistono storie a doppio filo: con l’uno si attende ancora la rivincita dell’ottavo di Roma 2020, con l’altro, tra finale di Miami 2021 vinta dal polacco, match di round robin alle ATP Finals 2021 fatto proprio dall’azzurro e quarto di Dubai 2022 con Sinner al rientro dal Covid vinto da Hurkacz, di aneddotica ce n’è.

Foto: LiveMedia/Laurent Lairys – LivePhotoSport.it