Seguici su

Senza categoria

Atletica, Marcell Jacobs scalda il motore: si migliorerà a Lievin? Sfida di lusso a Omanyala e Cissé verso gli Europei

Pubblicato

il

Marcell Jacobs

C’è sempre grande attesa quando Marcell Jacobs si presenta in pista. Il Campione Olimpico dei 100 metri è sempre più amato e ogni sua uscita è accompagnata da grande clamore. Questa sera sarà il grande protagonista del Meeting di Lievin, quinta tappa del World Indoor Tour (livello gold) di atletica leggera che andrà in scena nella località francese. Il velocista lombardo tornerà alla ribalta dopo aver corso i 60 metri in 6.57 una decina di giorni fa a Lodz e punta a migliorarsi in un evento di cui ha vinto le ultime due edizioni.

Il velocista lombardo vuole prolungare la propria striscia di successi al coperto (nel frattempo arrivata a 19 sigilli e a due anni di imbattibilità). Dopo la trasferta in terra transalpina, infatti, l’allievo di coach Paolo Camossi sarà impegnato ai Campionati Italiani Assoluti nella giornata di domenica 19 febbraio al PalaIndoor di Ancona. Il Messia dell’atletica tricolore dovrà anche rispondere al britannico Reece Prescod, che a Berlino ha tuonato un impetuoso 6.49 e sembra minacciare il nostro portacolori in vista degli Europei Indoor (2-5 marzo a Istanbul).

L’azzurro deve migliorare la partenza macchinosa di Lodz, la sua condizione fisica sembra essere ideale e ha indubbiamente tutte le carte in tavola per fare la differenza. A Lievin è previsto un doppio turno (la sua batteria alle ore 20.05, finale alle ore 21.35). Marcell Jacobs sarà impegnato nella seconda batteria e scatterà in quarta corsia. L’avversario più insidioso nel turno preliminare appare il giapponese Shuei Tada (6.59 in stagione) sulla sua sinistra, mentre alla sua destra avrà Jan Volko, Campione d’Europa nel 2019 ma in chiaro calo di rendimento e mai sotto 6.69 in sgagione.

I francesi Aymeric Priam e Mickael Zeze non incutono timore, mentre il turco Kayhan Oezer ha corso in 6.58 a gennaio ma nelle ultime settimane è crollato. Il Campione Olimpico dei 100 metri non dovrebbe avere particolari problemi a passare il turno e in finale dovrebbe vedersela con i due grandi rivali africani del momento: il keniano Ferdinand Omanyala e l’ivoriano Arthur Cissè, capaci rispettivamente di 6.55 e 6.57 nelle ultime settimane.

Foto: Lapresse