Seguici su

Pattinaggio Artistico

Pattinaggio artistico: saranno le Finali Grand Prix delle prime volte! Gli “esperti” sono solo 6

Pubblicato

il

Le Finali del circuito ISU Grand Prix 2022-2023 di pattinaggio artistico, in scena a Torino dal 7 all’11 dicembre, assumono un significato importante per più ragioni. Oltre a essere di fatto la prima Finale del periodo post pandemia, le gare che si disputeranno al PalaVela di Torino saranno contrassegnate infatti da un numero record di esordi: sono soltanto infatti complessivamente soltanto sei i rappresentati che, in passato, hanno già disputato almeno una volta l’ultimo atto della competizione itinerante.

Di questi sei ben quattro provengono dalla specialità della danza: stiamo parlando di Piper Gilles-Paul Poirier, Charléne Guignard-Marco Fabbri, Madison Chock-Evan Bates e Kaitilin Hawayek-Jean Luc Baker. Nelle specialità individuali invece spiccano soltanto Shoma Uno, alla quinta partecipazione (senza aver mai vinto), e Kaori Sakamoto, giunta al suo secondo giro..

Nelle coppie d’artistico invece sarà, fatto più unico che raro, la prima volta per tutti i team in lizza. Questo perché anche i pattinatori più forti, ovvero Riku Miura-Ryuichi Kihara e Alexa Knierim-Brandon Frazier, sono esplosi relativamente poco tempo fa, ovvero dopo lo stop forzato causato dalla pandemia.

Pattinaggio artistico: tutti i qualificati alle Finali Grand Prix 2022-2023. Spettacolo assicurato a Torino

Per scomodare dei precedenti nel resto dei partecipanti, è necessario andare a scomodare le Finali Junior, disputate in passato da Daniel Grassl, Shun Sato, Mai Mihara, Sota Yamamoto, Yelim Kim. Un elemento che metterà ulteriore pepe a un evento che si preannuncia storico.

Foto: LaPresse