Seguici su

Pallavolo

Volley, Mondiali 2022: 28 agosto. Il Giappone può infastidire il Brasile. Francia-Slovenia il match di cartello

Pubblicato

il

Sono due le partite di alto livello proposte dal calendario in questa terza di sei giornate riservate ai gironi preliminari del Mondiale di pallavolo in Slovenia e Polonia. Il Brasile, dopo aver sofferto tantissimo al debutto contro Cuba, non potrà rilassarsi contro un Giappone che con l’arma della velocità può mettere in difficoltà i sudamericani, mentre in serata si affrontano due nobili del volley europeo, i campioni olimpici della Francia e i vice campioni continentali della Slovenia in quello che è il remake della finale europea del 2015 in Italia.

Il programma si apre alle 11 con la sfida che vede di fronte Cuba, grande rivelazione della prima giornata, capace di trascinare il Brasile ai vantaggi del tie break prima di alzare bandiera bianca, e il Qatar che invece ha mostrato contro i giapponesi tutti i suoi limiti attuali uscendo sconfitto con un secco 3-0. Il programma del gruppo B si andrà a completare con il big match tra Brasile e Giappone. I brasiliani hanno mostrato qualche lacuna nella sfida contro Cuba ed è propri sull’assenza di continuità di rendimento dei verde-oro che potrebbe puntare il Giappone per sovvertire il pronostico. La squadra asiatica paga dazio in termini di centimetri ma ha le qualità per mettere in difficoltà i sudamericani.

Alle 17.30 primo esame vero per gli Stati Uniti dopo l’esordio “morbido” contro il Messico. La squadra a stelle e strisce affronta la Bulgaria che proverà a rifarsi dopo il debutto negativo contro la Polonia per non doversi giocare l’accesso agli ottavi nell’ultima gara contro il Messico col rischio di restare fuori anche in caso di terzo posto finale. Compito sulla carta semplice, invece, per la Germania che affronta il Camerun dopo avere giocato una partita tutt’altro che rinunciataria contro la Francia di Andrea Giani. Serve un successo ai tedeschi per avere possibilità di qualificazione agli ottavi.

Serata, come nel giorno di apertura, dedicata alle due padrone di casa. Compito facile per la Polonia che, a Katowice alle 20.30, non avrà problemi di sorta a superare davanti al proprio pubblico la “cenerentola” del girone, il Messico, mentre la sfida clou si gioca a Lubijana tra la Francia e la Slovenia che si contendono il primo posto nel girone. La squadra francese non ha convinto fino in fondo al debutto con la Germania, ma si è visto in Nations League quanto la formazione di Giani sia in grado di alzare i ritmi quando la posta in palio si fa più alta. La Slovenia, che parte sfavorita, ha poco da perdere ma cercherà di far leva sul fattore campo e sull’esperienza dei suoi titolari per mettere in crisi i campioni olimpici.

Foto Fivb