Seguici su

Senza categoria

FARAONICI! L’Italia doma gli Stati Uniti e conquista l’oro nel fioretto a squadre: campioni del mondo!

Pubblicato

il

L’Italia chiude in bellezza i Mondiali di scherma 2022 a Il Cairo (Egitto) e vince la medaglia d’oro nel fioretto maschile a squadre, bissando così il trionfo ottenuto ieri dal Dream Team femminile. Tommaso Marini, Alessio Foconi e Daniele Garozzo hanno sconfitto in finale gli Stati Uniti d’America per 45-39, facendo corsa di testa nel punteggio dal primo all’ultimo assalto e completando nel migliore dei modi un torneo straordinario.

Il Bel Paese torna sul gradino più alto del podio iridato nel team event di fioretto maschile quattro anni dopo l’ultima volta (Wuxi 2018), centrando il 18° titolo della storia. Oltre al terzetto protagonista dell’atto conclusivo si aggiudica l’oro mondiale anche Guillaume Bianchi, schierato dal C.T. Stefano Cerioni in occasione dei primi due turni contro Uzbekistan e Brasile.

Primo assalto dominato da Marini, che rifila un netto 5-2 a Massialas confermandosi il vero trascinatore della squadra azzurra in questi Mondiali. Italia che prova la fuga sul 10-5 anche grazie al 5-3 di Garozzo su Emmer nel secondo match, con Foconi che pareggia poi i conti con Itkin conservando un vantaggio di 5 punti al termine del primo giro.

Medagliere Mondiali scherma 2022: l’Italia chiude terza, Francia in testa

Marini, argento iridato nella prova individuale, apre molto bene anche il secondo giro imponendosi per 5-3 su Emmer e portando il Bel Paese sul 20-13, prima del tentativo di rimonta statunitense avviato da Massialas (8-5 su Foconi nel 5° match) ma non completato da Itkin (5-5 con Garozzo).

Avvio di terzo giro complicato per il team azzurro, con un Foconi in grande difficoltà contro Emmer che riesce comunque a limitare i danni e a pareggiare l’assalto sul 5-5 (35-31 lo score complessivo in favore dell’Italia). Marini dà ancora spettacolo ed infligge un parziale di 5-1 a Itkin, lasciando in dote a Garozzo un margine di otto lunghezze (40-32) in vista dell’ultimo match. Il Campione Olimpico di Rio 2016 vede riavvicinarsi a -5 Massialas, ma non trema e chiude i conti sul 45-39.

Foto: Bizzi Team Federscherma