Seguici su

Ciclismo

Tour de France 2022, i cronomen: c’è il meglio del meglio con Filippo Ganna e Wout Van Aert. In palio la prima maglia gialla!

Pubblicato

il

Manca ormai poco più di una settimana all’inizio del Tour de France 2022, l’evento più atteso dell’intero panorama delle due ruote. La Grande Boucle prenderà il via da Copenhagen il primo luglio e lo farà con una prova a cronometro, specialità che sarà ripetuta nella frazione numero 20. Andiamo dunque ad analizzare chi saranno i migliori cronomen presenti al via.

Come sempre, il Tour attira i migliori corridori al mondo e la lista dei migliori interpreti delle prove contro il tempo non farà eccezione. Il più atteso sarà ovviamente il due volte Campione del Mondo Filippo Ganna, riconosciuto un po’ da tutti come il migliore nella specialità. Il verbanese ha detto ormai molto tempo fa che uno dei suoi grandi obiettivi stagionali sarebbe stato proprio quello di centrare la prima Maglia Gialla, imponendosi nella crono di 13 km in terra danese.

Non sarà un’impresa facile, soprattutto a causa del grandissimo livello dei suoi concorrenti. Il più temibile è il belga Wout Van Aert, potenziale protagonista su tanti territori diversi. I due si sono scontrati moltissime volte e quasi sempre è stato l’azzurro ad uscire vincitore. L’ultima volta risale ad appena due settimane fa, nella cronometro del Giro del Delfinato. A dividerli allora furono appena 2″ su un percorso di 32 km. Su 13 km, per giunta completamente pianeggianti, la differenza potrebbe assottigliarsi ulteriormente.

I grandi nomi non sono certo finiti qui. Sarà presente infatti anche il Campione Europeo della specialità, lo svizzero Stefan Küng. Nonostante il digiuno di vittorie, il 2022 è stato sinora un grande anno per il corridore della Groupama, in grado di essere protagonista sin dalle classiche di primavera. La prima Maglia Gialla farà grande gola anche a lui.

Tour de France 2022, gli scalatori: da Pogacar a Roglic, passando per Vlasov e Martinez, sarà una parata di stelle

Parlando di cronomen, rischiamo di dimenticare che i due migliori scalatori di questo Tour, i due grandi favoriti per la vittoria finale, sono anche due straordinari interpreti delle prove contro il tempo. Stiamo parlando ovviamente degli sloveni Tadej Pogacar e Primoz Roglic. Quest’ultimo è Campione Olimpico della disciplina, mentre il primo sembra non avere limiti su alcun terreno.

I nomi da tenere d’occhio sono ancora tantissimi, tra cui figurano potenziali uomini di classifica come Geraint Thomas e puri specialisti come Stefan Bissegger o Remi Cavagna. Vi segnaliamo anche l’azzurro Mattia Cattaneo, oltre a Mikkel Bjerg, Kasper Asgreen, Ethan Hayter ed un altro fenomeno che illuminerà la corsa francese come Mathieu Van der Poel.

Foto: LaPresse