Seguici su

Sci Alpino

Sci alpino, Dominik Paris: “Ho sbagliato il lancio nel piano”. Christof Innerhofer: “Non avrei potuto fare meglio”

Pubblicato

il

I veterani della velocità prendono una bella lezione dal giovane Niels Hintermann e dal sorprendente exploit del canadese Cameron Alexander nella prima libera di Kvitfjell. Tra le porte larghe del pendo norvegese i due hanno avuto la meglio, nell’ordine, di Matthias Mayer, Beat Feuz ed Aleksander Aamodt Kilde; soltanto decimo l’azzurro Dominik Paris preceduto dal connazionale Guglielmo Bosca

Gara sottotono per il “Gigante di Merano”, autore del miglior tempo nella cronometrata di 24 ore fa ma apparso meno pimpante quest’oggi. Fatale la perdita dell’impugnatura in uscita dal cancelletto, poi una libera discreta che però non gli è valsa il podio: il pettorale rosso indossato da Kilde a questo punto diventa quasi irraggiungibile.

La FISI ha raccolto le sensazioni di “Dommen” al parco chiuso: “Non sono riuscito ad andare al top oggi. Nella prima parte ho sbagliato il lancio nel piano, e con quel piano così lungo si perde subito tanto tempo e la gara è andata. Da metà in giù mi sa che non sono stato neanche tanto male, ma l’errore nella parte alta ormai era irrecuperabile. Oggi è andata così, vediamo domani cosa salta fuori”.

VIDEO Sci alpino, la straordinaria impresa del canadese Cameron Alexander: vittoria ex-aequo con pettorale 39

Dello stesso avviso Christof Innerhofer, affaticato dopo la caduta nel warm-up dell’altro ieri: “Non avrei potuto fare meglio, nella situazione attuale. Al secondo intermedio, dove di solito sono fra i primi adesso prendo già otto/nove decimi perché non riesco a spingere con il piede sinistro. Questi due secondi, in condizioni normali sicuramente avrei potuto cancellarli, ma con il ginocchio super gonfio non sono proprio riuscito a fare di più”.

Foto: Lapresse