Sollevamento pesi, doping: la Bulgaria esclusa da Rio 2016, penalizzata la Romania

ivan-markov.jpg

Non c’è solamente la Russia dell’atletica che rischia di non partecipare ai Giochi Olimpici di Rio 2016. Alla vigilia dei Campionati Mondiali, infatti, la Federazione Internazionale di Sollevamento Pesi (IWF) ha deciso di escludere la Bulgaria dalle Olimpiadi, nonostante la stessa nazionale incriminata sia iscritta alla rassegna iridata con sei atleti. I problemi per la squadra bulgara risalgono ai Campionati europei dello scorso mesi di aprile, quando undici dei dodici atleti convocati risultarono positivi allo stanozololo, uno steroide anabolizzante, pochi giorni prima della competizione (clicca qui per saperne di più). I risultati ottenuti dai bulgari a Houston non conteranno dunque nell’ottica delle qualificazioni olimpiche. Ricordiamo che la Bulgaria era stata coinvolta in un caso simile nel 2008, quando poco prima delle Olimpiadi di Pechino tutti i convocati risultarono positivi ai controlli, mentre a Sydney 2000 furono squalificati tre atleti che in un primo momento avevano conquistato la medaglia d’oro. Da notare che, dopo la lotta, il sollevamento pesi è lo sport che ha regalato alla Bulgaria il maggior numero di medaglie olimpiche, con dodici ori, sedici argenti ed otto bronzi.

LA IWF, che ha deciso di penalizzare i Paesi con più casi doping nel proprio sport, ha anche annunciato che la Romania perderà una quota olimpica rispetto a quelle che otterrà sul campo, con la conseguenza dunque di portare un atleta in meno a Rio 2016. Inoltre, cinque Paesi (Honduras, Panama, Guatemala, Sierra Leone, Tajikistan) sono stati esclusi dalla competizione mondiale di Houston, in quanto gli atleti delle nazionali in questione non hanno fornito le informazioni necessarie alla loro localizzazione sul programma ADAMS.

Tra le decisioni prese dall’IWF, va anche segnalata quella di assegnare i Campionati Mondiali del 2018 a Lima, capitale del Perù, che ha avuto la meglio sulla candidatura presentata dalla Turchia.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giulio.chinappi@oasport.it

Lascia un commento

Top