Volley, Italia-Romania 3-0: le pagelle degli azzurri. Zaytsev e Juantorena positivi, Lanza non incide. Nelli micidiale al servizio!

L’Italia vince 3-1 anche la terza partita del girone preliminare, concedendosi un set di black out che permette alla Romania di accorciare le distanze dopo la prima parte di gara a senso unico a favore degli azzurri. Ecco i voti, giocatore per giocatore, dei protagonisti della sfida giocata a Montpellier:

SIMONE GIANNELLI 6.5: Si limita alla normale amministrazione perché non c’è bisogno di molto di più. Qualche imprecisione qua e là, meno ordinato del solito, ma non è facile quando dall’altra parte i punti di riferimento cambiano in continuazione. Ancora poco efficace il gioco al centro, si dimentica di Zaytsev per qualche tratto del terzo set. Meno incisivo del solito a muro.

IVAN ZAYTSEV 7.5: Demolisce gli avversari a forza di attacchi e battute vincenti. Non riesce ad incidere come avrebbe voluto nel terzo set dove viene servito poco, ma subisce anche un paio di muri di troppo. Il linea di massima, quando c’è bisogno si fa trovare prontissimo in attacco.

SIMONE ANZANI 5: Tre punti in tre set, zero muri contro i ruvidi attaccanti rivali. Non è tutta colpa sua perché Giannelli proprio non lo cerca, ma non sempre si fa trovare pronto.

OSMANY JUANTORENA 7: Bene in attacco con un 61% che permette all’Italia di tenere a distanza per tre set su quattro la Romania. In ricezione e in difesa, però, manca qualcosa: poca precisione, determinazione limitata nel terzo set quando tutta la squadra scende di livello fino a sprofondare sotto al minimo sindacale.

MATTEO PIANO 6.5: Non decisivo, ma prova comunque positiva per lui con 8 punti, il 63% in attacco e un tris di muri che scoraggiano gli attaccanti avversari. Può fare meglio.

FILIPPO LANZA 6: Inizia bene, con entusiasmo, la partita, ma poi alla lunga paga dazio e fa capire perché Blengini continua a preferirgli Antonov nel ruolo di schiacciatore titolare. Chiude con un buon 60% in attacco, costruito per la maggior parte nei primi due set e “sporcato” da due altri parziali tutt’altro che impeccabili, ma quello che preoccupa è il 33% di positività in ricezione, contro la Romania, in quella che dovrebbe essere la specialità della casa.

MASSIMO COLACI 6: Ancora una prova non perfetta in ricezione. Da lui ci si aspetta di più di un normale 53% di positività in ricezione contro non certo un top team.

FABIO BALASO 6.5: Attento in difesa quando viene chiamato in causa.

DAVIDE CANDELLARO 6: Entra in corsa al centro e fa la differenza in battuta e anche in difesa con un paio di interventi efficaci. Niente attacchi e niente muri per lui.

Show Player

GABRIELE NELLI 7.5: Cinque minuti di partita in tutto e cinque ace che si rivelano decisivi nel finale del primo e del secondo set. Cosa di chiedere di più all’opposto di riserva della squadra azzurra?

[embedit snippet=”adsense-articolo”]

Foto Cev

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter