Marsiglia, Crociera Mediterraneo
Foto: Elisa Di Giacomo

Per l’Italia questo non è certo un periodo semplice. L’emergenza causata dalla diffusione del coronavirus ha creato enormi disagi nel “nostro Paese” e conseguentemente anche nel mondo del turismo. In ogni caso nulla ci vieta di viaggiare almeno virtualmente. “Viaggio da una stanza” è una rubrica che vuole incarnare lo spirito del vero Viaggiatore (esatto con la V maiuscola) che pur rispettando alla lettera le norme, previste dal decreto ministeriale per il contenimento del Covid-19, continua a vivere esperienze in giro per il Pianeta.

Quattro chiacchiere con Elisa: crociera Mediterraneo occidentale

Ciao Elisa. Grazie mille per esserti offerta volontaria! Ti va di condividere qualche esperienza di viaggio coi lettori?

Certamente! Ciao a tutti! Mi chiamo Elisa Di Giacomo, ho 29 anni e vivo a Civitavecchia. Recentemente ho trascorso la mia prima vacanza in crociera e mi sono innamorata, di questa tipologia di viaggio, immediatamente. Trovo che sia un modo “completo” per trascorrere in serenità il periodo delle ferie.

Quando è nata la tua passione per i viaggi?

In principio trascorrevo la classica “vacanza estiva”, rigorosamente al mare! Poi ho scoperto le gite di gruppo, grazie alle quali ho iniziato a viaggiare per l’Italia, in lungo e in largo, accompagnata da mia madre Daniela.

Bello! Quindi all’inizio hai viaggiato principalmente nel “nostro Paese”? 

Assolutamente si, ancora oggi non manco mai di esplorare l’Italia, va da sé che al momento ho dedicato poco tempo al resto d’Europa e del Mondo.

Trovo sia giusto dare da prima importanza alla propria Nazione e successivamente esplorare il resto del Pianeta! Tra l’altro siamo molto fortunati, l’Italia è meravigliosa! Se ti chiedessi la tua tipologia di vacanza preferita?

Mi ha davvero rapito il cuore! Senza dubbio ti risponderei la crociera!

Mi sembra di aver capito che viaggi spesso con tua mamma! Immagino la crociera non abbia fatto eccezione alcuna. A quale compagnia vi siete affidate per la vostra prima esperienza in nave?

Si, mia madre è la compagna di viaggio migliore che si possa avere. Ho un rapporto fantastico con lei, quindi adoro trascorrere qualche periodo di vacanza in sua compagnia. Durante un viaggio di gruppo, una coppia ci ha raccontato delle loro esperienze a bordo delle navi da crociera, così ci siamo incuriosite e ne abbiamo prenotata una. Precisamente su MSC Divina.

Quale itinerario avete scelto?

Mediterraneo Occidentale: imbarco a Civitavecchia e poi Palermo, Cagliari, Palma de Mallorca, Valencia, Marsiglia e Genova.

Avete scelto questa rotta per qualche motivo in particolare? Ad esempio per praticità logistica?

In parte è così. Ci siamo recate in agenzia viaggi e abbiamo chiesto informazioni riguardo una crociera che ci permettesse d’imbarcarci nel porto della nostra città (Civitavecchia). Itinerario e compagnia turistica sono quindi state, in realtà, abbastanza casuali.

MSC Divina ha soddisfatto le tua aspettative?

Se dovessi dare un voto alla mia crociera non direi 10, ma 100. Sarò banale, ma MSC è “Divina” di nome e di fatto.

Dopo aver vissuto questa prima esperienza, secondo te è meglio un nave di dimensioni “contenute” oppure nel prossimo viaggio vorresti imbarcarti su uno di quei “colossi galleggianti” ultra-moderni?

Per la prima crociera, avevano consigliato d’imbarcarci su una nave di dimensioni contenute, e così abbiamo fatto. La seconda vacanza, che abbiamo prenotato, è a bordo di “Seaview”. Quindi, per collegarmi alla domanda, proverò entrambe le tipologie e valuterò successivamente.

La rotta della futura vacanza?

Sempre nel Mediterraneo Occidentale, ma con porti di sbarco differenti.

Avete optato per escursioni organizzate o “fai da te”?

Per gli scali italiani ci siamo organizzate col “fai da te”, studiando precedentemente, da casa, tutti i luoghi d’interesse da visitare e creandoci un personale itinerario da seguire. Per le tappe europee, invece, ci siamo affidate alle escursioni organizzate dalla compagnia di crociera MSC.

Bene, quindi vi siete concentrate sulla visita delle città piuttosto che su gite fuori porta. Cosa ti ha colpito di piu, cosa meno?

Anche in questo caso sarò banale, ma tutto è stato fantastico. A Palermo abbiamo assistito ai festeggiamenti per “Santa Rosalia”, davvero indimenticabili. Se dovessi effettuare una scelta singola direi Valencia: un mix perfetto tra antico e moderno. Inoltre la guida è stata favolosa, facendoci innamorare della sua città. Marsiglia, probabilmente, è quella che mi ha colpita meno. Non vorrei essere fraintesa, “Notre Dame de la Garde” è meravigliosa, ma il programma di crociera prevedeva l’attracco alle ore 13:00; in pieno luglio, con temperatura altissima, fare la scalinata per raggiungere la Basilica fu abbastanza impegnativo.

Capitato qualche episodio spiacevole durante la vacanza?

Nelle città visitate no, ma a bordo ci fu un piccolo problema nella nostra cabina. Il receptionist e l’organizzazione tutta, fecero davvero i salti mortali per risolvere, nel minor tempo possibile, l’imprevisto. Inoltre nella traversata da Cagliari a Palma di Maiorca mia mamma, a causa delle forti correnti del “Golfo del Leone”, ha sofferto leggermente il “mal di mare”.

Mare mosso solo una nottata?

Fortunatamente si!

Tre ricordi della vacanza che porti nel cuore e sai che non scorderai mai?

  • I preparativi per la partenza, essendo qualcosa di nuovo
  • Il primo passo mosso sulla nave, perché mi sono trovata in un mondo completamente sconosciuto, ma bellissimo
  • Il terzo? Non scorderò mai troppe cose: dalle serate di gala alle città visitate.

Compri qualche “gadgets” in particolare in ricordo della nave e della vacanza?

Sì, abbiamo comprato la calamita della “MSC Divina” e abbiamo preso due foto: quella scattata all’imbarco (con il timone) e quella con il capitano.

Tre cose che non devono mai mancare in valigia? 

Cellulare o macchina fotografica per immortalare i momenti più belli, un costume e senza dubbio un bel vestito per le serate di gala

Che rapporto hai con gli animatori? Voglio dire, preferisci il relax o partecipi alle attività organizzate?

Non sono una ragazza che partecipa molto, di solito resto in disparte a guardare gli altri. Però posso assicurarti che in crociera ho partecipato, ho fatto cose che mai avrei pensato di fare. Mi sono “gettata” nella mischia per danzare durante il “Floreal party” e ho fatto il “trenino”, insieme ad altri crocieristi, per tutta la zona piscina. Ho ballato i tormentoni “lanciati” dal deejay e ho partecipato a tante altre iniziative.

Fantastico! La definirei la “magia delle crociere”

Già, proprio così.

Il cibo ti ha soddisfatta? In futuro proverai anche Costa Crociere?

Per quanto riguarda il buffet, ho adorato la pizza che sfornavano a tutte le ore. Al ristorante ci sta che qualche cosa non sia di nostro gradimento, ma nel complesso è stato tutto perfetto. La mia idea sarebbe quella di fare altre crociere MSC: solo la “scalinata Swarovski” vale il prezzo del biglietto. Ma non escludo, in futuro, di provare anche i servizi offerti da Costa. Devo ammettere però, in tutta onestà, di non apprezzare molto il “giorno di navigazione” che spesso si trova sulle navi battenti bandiera italiana

Elisa, ti ringrazio molto per la collaborazione. Sei stata davvero disponibile!

Grazie a voi, è stato un piacere!

Un ringraziamento speciale anche alle amministratrici e agli utenti del gruppo Facebook CROCIERISTI MSC e COSTAUn “luogo di ritrovo” virtuale, ben gestito, nel quale condividere informazioni, foto e tutto ciò che riguarda il mondo-crociere.

Per oggi il nostro viaggio termina qua. Appuntamento al prossimo articolo con altri consigli dai lettori.

Potete seguire i miei viaggi anche sui canali social:

Segui OA Plus Viaggi su Instagram 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra PAGINA OA PLUS
Clicca qui per iscriverti al nostro GRUPPO OA PLUS

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui