Cammini Italia
Foto : Venturelli Bruno

Nei prossimi mesi l’emergenza causata dal coronavirus potrebbe diminuire o, nella migliore delle ipotesi, rientrare del tutto. Se da un lato resterà comunque difficile imbarcarsi su un aereo e viaggiare dall’altra parte del mondo, dall’altro tutto questo ci offrirà la possibilità, durante le ferie 2020, di riscoprire e visitare il Paese più bello del Mondo! Si proprio il “Nostro”: l’Italia.

Ferie 2020 in Italia

Questo non è certamente il periodo migliore per discutere di vacanze. Ciononostante, rientrata l’emergenza dovuta alla diffusione del Covid-19, dovremmo prepararci all’eventualità che molte frontiere, per i cittadini italiani, potrebbero prolungare il periodo di chiusura, delimitando quindi in maniera importante il ventaglio delle destinazioni. Onde evitare possibili problemi burocratici e alla luce di quanto detto precedentemente, la location ideale per trascorrere le ferie 2020 è proprio l’Italia.

Ovviamente fino a quando la situazione non sarà migliorata concedersi una gita non è assolutamente un’idea da prendere in considerazione.

Cammini d’Italia

Antiche rotte commerciali, vecchie mulattiere, strade panoramiche o importanti vie religiose. Un modo eccezionale per scoprire le bellezze del territorio italiano, è quello di concedersi un viaggio a piedi. Un turismo “lento” ed ecologico, lontano dalle principali destinazioni turistiche. In Italia sentieri segnati, percorsi ed itinerari per chi ama passeggiare, o per gli appassionati di trekking, sono davvero numerosi. Camminare significa raggiungere paesaggi talvolta irraggiungibili, abbandonare la famosa “comfort-zone” (mettendosi in gioco), ma rappresenta soprattutto una sfida: battere la fatica superando i limiti, nel tentativo di raggiungere, di volta in volta e tappa dopo tappa, la destinazione. L’esercizio fisico che diventa il viaggio stesso. Un’esperienza strepitosa da provare assolutamente, almeno una volta, nella vita.

Via degli Dei

La storia di questo antico sentiero affonda le sue origini prima al tempo degli Etruschi e successivamente dell’Impero Romano. Nel 187 a.C. il console Caio Flaminio fece costruire, sui resti del precedente tracciato etrusco, una vera e propria strada romana transappenninica denominata “Flaminia militare“, con l’intento di garantire un collegamento tra Roma e la colonia di Bononia (Bologna). Un gruppo di escursionisti bolognesi, alla fine degli anni 80, ideo’ il percorso della “Via Degli Dei” ricalcando principalmente questi antichi tracciati. Il tragitto attraversa alcune località o vette appenniniche che portano il nome di divinità come ad esempio Monte Adone, Monzuno (Mons Iovis), Monte Venere e Monte Luario (Lua dea dell’espiazione). Il cammino che collega quindi Piazza Maggiore a Bologna con Piazza della Signoria a Firenze, è diventato oggi una delle principali attrazioni turistiche toscoemiliane. Un pezzo di storia che percorre 130 chilometri fra la natura dell’Appennino.

Articolo I Tappa Via degli Dei

Via Francigena

Con ogni probabilità il cammino religioso più famoso in Italia e tra i più importanti del mondo. Numerosi tracciati, distribuiti nel continente europeo, che una volta congiunti conducono tutti alla “Basilica di San Pietro in Vaticano“, a Roma. Un viaggio, di oltre 1000 Km, lungo le orme dei pellegrini che, già prima dell’anno mille, si dirigevano verso la “città Eterna”. La “Via Francigena” è per tutti, non occorre essere atleti per percorrerla. Dal colle del “Gran San Bernardo“, attraverso il passaggio in Val d’Aosta, fino alla “Pianura Padana”, dalle sponde del Po fino agli Appennini, dalle affascinanti colline toscane fino alla capitale. Il tutto contornato dalla visita di stupende città d’arte, arricchite da patrimoni culturali incredibili. Paesaggi naturali che, passo dopo passo, subiscono la mutazione geologica dell’ambiente circostante. Un’esperienza indimenticabile.

Sentiero Liguria

Un tracciato che attraversa l’intera Liguria unendo il Levante col Ponente, Luni (SP) con Grimaldi (IM). Uliveti, vigneti, pittoreschi borghi medievali e dedali di caratteristici “caruggi”, uniti da un dettaglio che contribuisce a rendere unico questo percorso: da un parte la vista del mare, dall’altra quella dei monti. Il tragitto, sempre panoramico e mai troppo impegnativo, può essere percorso in tutte le stagioni, da Ovest a Est o viceversa. La prossimità dei centri abitati consente di utilizzare la ferrovia o l’autobus, per raggiungere i punti di partenza o di arrivo; risulta quindi facile dividere l’itinerario in piccole tratte da percorrere, volendo, poco per volta in base alla disponibilità di tempo. 600 km, suddivisi in 29 tappe, che collegano dunque la Francia con la Toscana. Nei periodi meno afosi, l’itinerario offre addirittura la possibilità di avvistare, da terra, cetacei o altri mammiferi marini.

Sentiero degli Dei

Situato all’interno della “Costiera Amalfitana”, il “Sentiero degli Dei” è un percorso naturalistico lungo circa 9 Km. Il tracciato, che parte da Agerola e termina a Positano, offre la possibilità d’immergersi nella storia e nella natura, di questo incredibile angolo d’Italia. Secondo la leggenda, infatti, le divinità greche passarono proprio da qui per salvare Ulisse dalle sirene, sull’isola di Li Galli. Anche lo scrittore Italo Calvino descrisse questo itinerario come:

“quella strada sospesa sul magico golfo delle “Sirene” solcato ancora oggi dalla memoria e dal mito

La medesima frase è possibile leggerla anche sulle mattonelle di ceramica ubicate proprio all’inizio del Cammino.

Cammino delle 100 torri

“Un cammino lungo un’isola”

Il “Cammino delle 100 torri” è un progetto molto vasto, lo slogan direi non lasci dubbi in merito, che permette di percorrere la costa della Sardegna senza mai allontanarsi dal mare per più di 2 km. Il nome del percorso deriva dalla presenza di 105 torri d’avvistamento che si trovano lungo il tracciato. Ovviamente se ne può percorrere un tratto per volta, anche se ufficialmente viene diviso in due: quello orientale e quello occidentale. Questo selciato offre l’imperdibile opportunità di respirare l’anima e la storia di questa strepitosa regione concedendosi, di tanto in tanto, una sosta in alcune tra le spiagge più belle del Pianeta.

 

Cammino Materano

Il “Cammino Materano” è uno dei cammini più belli del sud Italia. Comprende, in realtà, diversi percorsi che permettono di scoprire il fascino di due regioni distinte: Puglia e Basilicata. Tutti i tragitti prevedono come punto d’arrivo Matera, la città che “custodisce” i famosi “Sassi“, inseriti dall’UNESCO nella lista dei patrimoni dell’umanità. Brindisi, storico porto d’imbarco verso l’Oriente e la “Terra Santa”, rappresenta invece uno dei punti di partenza. Dalla colonna terminale della “Regina Viarum” (AppiaAntica), ha inizio infatti l’affasciante cammino “Ellenico” che collega, tra le varie tappe, anche siti di altissimo valore storico e culturale. I “Trulli di Alberobello“, i meravigliosi borghi della “Valle d’Itria”, il paradiso naturalistico del “Parco delle Gravine” e l’affascinante “città bianca” di Ostuni, sono alcuni dei luoghi che si visitano durante questo viaggio.

Potete seguire i miei viaggi anche sui canali social:

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra PAGINA OA PLUS
Clicca qui per iscriverti al nostro GRUPPO OA PLUS

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui