Logo Disney
Crediti Foto: Shutterstock.com

Dall’Europa al Sud America, dagli Stati Uniti all’India, un viaggio alla scoperta delle location più spettacolari utilizzate, da sceneggiatori e disegnatori, come ambientazioni per i classici d’animazione Disney.

Il nostro Pianeta è ricco di luoghi fantastici, unici nel loro genere. Spettacolari castelli medioevali, borghi arroccati e un’infinita varietà di paesaggi naturali. Meravigliosi al punto tale da sembrare, per certi versi, incantati. Non è un caso quindi che sceneggiatori e disegnatori, si siano spesso ispirati a queste location da sogno per ambientare le fiabe che tutti amiamo.

Scopriamole insieme in questo viaggio virtuale intorno al Globo.

Il Re Leone (Tanzania/Kenya – Africa)

Pianure sconfinate, terre immense e rese aride dall’incessante operato del Sole. Sullo sfondo l’onnipresente Kilimangiaro, il gigante di pietra che fende e delimita l’orizzonte della savana africana. I disegni delle ambientazioni, dove Simba sperimenta sulla propria pelle il famoso “Cerchio della vita“, sono ispirati al “Serengeti”. Una regione di circa 3mila Km quadrati situata nell’Africa orientale e condivisa da Tanzania e Kenya. Questo è uno dei migliori luoghi sul Pianeta per ammirare, dal vivo, i leoni immersi nel loro habitat naturale.

Le Follie Dell’Imperatore (Machu Picchu – Perù)

Ci troviamo nella regione di Cusco (Kuzco nome del protagonista), sulla catena montuosa delle Ande in Perù. L’antica città imperiale inca di Machu Picchu, è stata fonte d’ispirazione per la creazione dell’immaginario villaggio di Pacha. Dopo l’avvento dei “conquistadores” spagnoli, il sito archeologico è rimasto celato agli occhi del mondo fino alla sua riscoperta nel 1911. Oggi è annoverato nella lista dei siti Patrimonio dell’umanità UNESCO e fa parte delle “sette meraviglie” del mondo moderno.

UP (Salto Angel – Venezuela)

L’iconico film d’animazione “UP”, vincitore di due “premi Oscar” (miglior film d’animazione e miglior colonna sonora) e reso celebre dal viaggio in “casa volante” di Carl e Russel, ha trasformato il “Santo Angel” in Venezuela nella cascate Paradiso. Kerepakupai Vena, come nominate in lingua indigena, sono le cascate più grandi del Mondo e sono state  appunto scelte come location dai disegnatori.

Aladdin (Taj Mahal – India)

Le magiche notti d’oriente, narrate in Aladdin, rivivono intorno al celebre monumento indiano Taj Mahal di Agra. Lo splendido palazzo del Sultano, padre della principessa Jasmine, è chiaramente ispirato al mausoleo che l’imperatore moghul Shah Jahan fece costruire, nel 1632, in memoria della moglie defunta. Marmi bianchi ed eleganti e giardini curati nei minimi dettagli, lo hanno reso da prima uno dei Patrimoni UNESCO e successivamente una delle sette meraviglie del mondo moderno.

Frozen (Norvegia)

Se pensiamo alle avventure dell’irriverente Olaf o di Elsa, vengono subito alla mente luoghi incantati dominati dai ghiacci. E allora, quale location migliore se non quella della Norvegia? Il regno di Arandelle è infatti ambientato nelle terre scandinave norvegesi tra fiordi, aurora boreale, neve e cittadine spettacolari. Il castello delle principesse s’ispira, ad esempio, alla fortezza “Akershus” di Oslo e al Palazzo RealeStiftsgården” della città di Trondheim. Lo straordinario successo di Frozen ha fatto impennare il turismo nelle nazioni dell’estremo Nord Europeo, un fenomeno intitolato appunto “Frozen effect”.

 

La Principessa e il Ranocchio (New Orleans, Louisiana – USA)

La storia di Tiana e del ranocchio, è una delle fiabe più facili da contestualizzare. Il racconto è infatti ambientato a New Orleans, città della Louisiana adagiata sulla riva dell’immenso fiume Mississippi. Tra una scena e l’altra non mancano i tipici “bayou“, le distese paludose circondate dalla fitta vegetazione. La presenza in questi luoghi di numerose creatore come rettili, pesci gatto e famelici alligatori, ha contribuito nel tempo il diffondersi di leggende e racconti che vedevano come protagonisti mostri o bestie soprannaturali.

La Bella e la Bestia (Riquewihr – Francia)

Quante volte vi siete uniti ai canti di Belle mentre passeggiava per le vie del borgo? Riquewihr potrebbe rappresentare la vostra occasione canora, per la canzone “Bonjour”, durante una visita di questo incantevole paese. Le case coi tetti di legno, i muri a graticcio e le vie di questa località, sono infatti state selezionate e utilizzate come ambientazione per il villaggio natale della protagonista.

Rapunzel (Mont Saint-Michel – Francia)

Romantica, affascinante e incantata, la rocca medioevale di Mont Saint-Michel fornisce l’ambientazione perfetta per il regno di “Rapunzel“. Il celebre isolotto, circondato dalla suggestiva baia, ospita il famoso santuario raggiungibile soltanto via mare o, in determinati periodi dell’anno quando la marea si ritira mostrando la sottile striscia di collegamento, via terra. Non è un caso che il suo soprannome sia la “meraviglia” e che l’UNESCO, prontamente, l’abbia inserito nella lista dei Patrimoni dell’umanità.

La Bella Addormentata nel Bosco (Baviera – Germania)

Costruito alla fine del diciannovesimo secolo e commissionato dal “re matto” Ludwig II, ebbe la fortuna di resistere, illeso, a ben due conflitti mondiali. “Neuschwanstein” è soprannominato “il castello delle favole” e osservandolo è facile capirne il motivo. Oggi è uno dei monumenti più visitati della Germania. Oltremodo scenografico ha ispirato le linee armoniche della fortezza de “La bella addormentata nel bosco.

Il Gobbo di Notre Dame (Parigi, Francia)

La “Cattedrale di Notre-Dame”, recentemente danneggiata dall’incendio, è un’opera architettonica dal fascino incredibile. L’esempio per eccellenza dello stile gotico, “marchio” assoluto della struttura. Proprio in questo edificio e per le strade di Parigi, sono ambientate le vicende di Quasimodo ed Esmeralda.

La Sirenetta (Veytaux – Svizzera)

In origine avamposto militare, il “castello di Chillon” venne edificato sopra un isolotto roccioso che fungeva da difesa naturale. Nel passato fu addirittura dimora per la famiglia Savoia. La fortezza, vero spettacolo visivo per gli amanti della fotografia, è adagiato sulle rive del lago di Ginevra in Svizzera. Qui, nel film d’animazione la “Sirenetta“, il principe Eric ospita Ariel durante la sua trasformazione nella forma umana.

Biancaneve e i Sette Nani (Segovia – Spagna)

Posto su uno sperone di roccia di circa 80 metri. Una posizione che contribuisce, insieme alle linee architettoniche, a renderla una fortezza ideale per qualsiasi racconto fantastico. L'”Alcazar di Segovia“, lascito della dominazione araba in Spagna, è stata residenza reale, accademia militare e per finire prigione di Stato. Il castello spagnolo venne selezionato come location per “Biancaneve e i Sette Nani“, il primo lungometraggio prodotto da Walt Disney. Forse anche per questo, ci sentiamo tutti un po’ legati a questo edificio.

Potete seguire i miei viaggi anche sui canali social:

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra PAGINA OA PLUS
Clicca qui per iscriverti al nostro GRUPPO OA PLUS

Crediti Foto: Shutterstock.com

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui