Alitalia
Crediti Foto: Shutterstock.com

Dopo 70 anni di servizio, Alitalia interrompe i voli da Milano Malpensa. La compagnia aerea, battente bandiera italiana, lascia lo scalo varesino

Addio all’aeroporto di Malpensa

Il rumor è ancora in attesa di conferma ufficiale da parte della dirigenza. Tuttavia, l’operazione potrebbe rientrare nel piano “anti-crisi”. Difficoltà economica nella quale la società versa oramai da diverso tempo. Tagliati definitivamente, dunque, i viaggi da e per lo scalo di Milano Malpensa. Conservati, invece, i voli giornalieri per Roma Fiumicino e quelli internazionali per New York e Tokyo. Viaggi, questi ultimi, che al momento risultano sospesi a data da destinarsi (causa Covid-19).

Linate

Resteranno attivi, salvo ulteriori inversioni di rotta, i voli da Milano Linate. Procedendo per supposizioni, non è da escludere che la decisione faccia seguito all’ingente perdita giornaliera (cifre milionarie) che la riattivazione dello scalo avrebbe rappresentato per il gestore. Senza contare che i viaggi da Malpensa, nell’ ultimo periodo, avrebbero rappresentato non più del 2% sul traffico totale gestito dalla compagnia di linea italiana.

Az01023

Il volo Az01023, che decollerà da Malpensa alla volta di Fiumicino il 30 settembre prossimo, potrebbe quindi risultare l’ultimo della compagnia dallo scalo lombardo. Non sarebbe la prima volta che Alitalia sopprime questa “navetta” tra Milano e la Capitale. Interrotto il 1 gennaio 2017, il collegamento fu poi ripristinato da aprile 2018 con quattro voli al giorno, dimezzati (successivamente) in seguito alla crisi innescata dal Coronavirus. Amarezza tra gli addetti ai lavori di “Malpensa 2000“: il nuovo terminal, inaugurato nel 1998, adibito come base operativa di Alitalia e pensato come un “hub intercontinentale”.

Segui OA Plus su Instagram

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra PAGINA OA PLUS
Clicca qui per iscriverti al nostro GRUPPO OA PLUS

Crediti Foto: Shutterstock.com