Cover
Cover "Vienimi (a ballare)"

Una piacevolissima sorpresa. Nel marasma di hit preconfezionate, anche se alcune restano gradevoli, ecco che un brano concepito per l’estate si discosta dalla massa optando per un sound più personale schiacciando comunque l’occhio al mainstream; è il caso di Aiello, cantautore calabrese che ha pubblicato il 3 luglio 2020 per RCA Records “Vienimi (a ballare)“.

Il pezzo, di grande presa, immerge l’ascoltatore dentro l’universo firmato Aiello, un universo quasi trascendentale, di grande impronta meridionale, dove la tradizione viene accolta e sostenuta dalla contemporaneità non solo da un punto di vista squisitamente musicale ma anche estetico: impossibile infatti non notare una ricerca quasi maniacale nell’immagine dell’artista, ad alto tasso erotico in questo episodio in particolare.

Non a caso in soli due minuti e cinquantadue secondi il nativo di Cosenza spara tutte le sue cartucce a disposizione, confezionando una canzone che reinterpreta le produzioni estive più fortunate di Biagio Antonacci aggiungendoci più graffio e grinta. Delizioso l’inciso, impreziosito da un piccolo riff suonato con la zurna (strumento a fiato legato alla cultura mediorientale), così come le strofe sostenute da un tempo sincopato in cui l’originale voce del musicista si spalma alla perfezione. Nulla di trascendentale il testo, che però funziona alla perfezione riuscendo a raccontare istantanee estive con l’abilità di utilizzare i cliché (come quello di inserire nomi di drink come “Tequila sale e limone) sviando l’abisso del già sentito. Senza troppi induci “Vienimi (a ballare)” sarà la rampa di lancio per la consacrazione di Aiello. E quanto ci starebbe bene uno come lui a Sanremo.

VOTO: 9/10

AGGETTIVO: SORPRENDENTE

TESTO

I miei segni sulla schiena
Sono nei della memoria
Ho la pelle morbida
Lo dicevi verso sera
Ogni tanto penso ancora
Se non fossi andato a scuola
Non avrei capito bene
Quanta merda puoi evitare

Prometto a me stesso che non ti cerco più
Che non mi domando più
Se c’è un indirizzo nel quale hai nascosto
Le cose a cui noi a cui tengo di più
Prometto che io non ti cerco più
Che non mi avveleno più
Che troverò il modo per credere presto
In un altro bisogno e ci prenderò gusto

Amore portami a bere
Tequila, sale e limone
Vienimi a ballare
Lasciami ballare
Prova a immaginare
Le mie stelle al sole
Amore portami a bere
Tequila, sale e limone
Tu mi devi il mare
Lasciami annegare
Prova a immaginare
Le mie stelle al sole

Sei un archivio senza chiavi
Se ci entri poi scompari
Il tuo terrazzo ti ricordi
Quanto vino a denti stretti
Con la scusa della pioggia
Siamo andati sul divano
Senza chiedermi il permesso
Hai iniziato con la mano

Prometto che io non ti cerco più
Che non mi avveleno più
Che troverò il modo per credere presto
In un altro bisogno e ci prenderò gusto

Amore portami a bere
Tequila, sale e limone
Vienimi a ballare
Lasciami ballare
Prova a immaginare
Le mie stelle al sole
Ora ti scatterò
La foto dell’estate e scorderò
Le notti nei castelli che non ho
Colpa di un’onda che
Porta il tuo nome sulla riva

Amore portami a bere
Tequila, sale e limone
Vienimi a ballare
Lasciami ballare
Prova a immaginare
Le mie stelle al sole

ARTISTA: AIELLO

SINGOLO: VIENIMI (A BALLARE)

ANNO: 2020

ETICHETTA: RCA Records

Clicca qui per seguire OA PLUS su INSTAGRAM

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla PAGINA OA PLUS
Clicca qui per iscriverti al GRUPPO OA PLUS

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui